A giugno torna Parole di giustizia In evidenza

di Andrea Squadroni

LA SPEZIA - Una delle più importanti iniziative culturali nate e cresciute alla Spezia, "Parole di Giustizia" ritorna, nella sua edizione 2012, dall' 8 al 10 giugno.

Venerdì, 25 Maggio 2012 17:41

Del successo di gradimento e partecipazione civile che ha caratterizzato le precedenti tre tornate, possono ritenersi soddisfatti i promotori: associazione Borrè, indimenticato giurista spezzino, Comune della Spezia, Cassa di Risparmio, Provincia e Regione, oltre a collaboratori come la Fondazione Lelio Basso, l'Ordine degli avvocati e la Camera penale. Il successo dell'edizione che deve ancora svolgersi può senz'altro essere favorito dalla straordinaria attualità del tema di quest'anno, Vivere la Democrazia. Si è partiti anni fa con I Nuovi Diritti giungendo oggi, appunto, al fondamentale diritto alla democrazia, in un contesto storico dove non sono modificati i principi, ma sono in crisi i modi. Il pepe del programma presentato oggi in Comune, alla presenza dei promotori, è appunto rappresentato dall'intreccio di temi sensibili che riusciranno a mantenere alta l'attenzione del pubblico e soprattutto, questo è un'intento dichiarato nelle parole di tutti gli organizzatori, dei giovani. Questo intreccio così attuale sembra ben descritto nel titolo di una conversazione tra Elena Paciotti, già presidente dell'Associazione Magistrati e Carlo Donolo: Fragilità della politica, populismo, movimenti (venerdi, Loggia de' Banchi, 18,45). In tempi di governo dei tecnici, di spread oscillanti, di virtuale default della Grecia, spunta l'altro elemento di pressante attualità, nella lezione magistrale di Roberto Schiattarella: Finanza, economia, politica. Chi decide per noi? (venerdi, Sala Dante, 17,30).

Molto concreta e sempre attuale la tematica della giornata di sabato 9 giugno che non a caso si occupa della democrazia alla prova dei fatti. L'insanabile contrasto di valori e la corruzione dei rapporti con parte della politica in: Democrazia e poteri criminali, il caso delle mafie. Una discussione tra Piergiorgio Morosini e Isaia Sales introdotta da Anna Canepa (sabato, terrazza Camec, 9,45). I nostri costituenti ebbero l'apertura mentale, in un'Italia distrutta dalla guerra, di inserire nella Carta una attenzione alla "tutela del paesaggio" e Salvatore Settis porta fino a noi questo legame con la relazione : Democrazia e/è territorio (sabato, Centro Allende, 11). Finalmente sottratto alla ossessiva e interessata attenzione cui ci aveva abituati il governo precedente, si riaffaccia un tema che non è privo di motivazione: Governo della Politica o Governo dei Giudici? (sabato, Loggia dè Banchi, 18). Non mancheranno ispezioni dei concetti fondamentali della filosofia democratica: Il cristiano e la polis, lezione magistrale di apertura di Enzo Bianchi (venerdi, Palco della Musica, 16) e La democrazia degli antichi, la democrazia dei moderni, di Valentina Pazè introdotta da Paola Ghinoy (sabato, Centro Allende, 15,30). La domenica mattina, ultima delle tre giornate di approfondimento, suona come una dedica ai giovani con la lezione magistrale di Gherardo Colombo : Democrazia, regole, convivenza (domenica, Sala Dante, 10) e un incontro con gli studenti di Paul Ginsborg: Salviamo l'Italia (domenica, centro Allende, 11,30). Molti, presentando l'evento, hanno posto i riflettori sulle sue potenzialità di occasione per riflettere. Perchè la crisi dei partiti e della politica è la crisi della democrazia. Ma se ne può uscire se la politica prende coscienza del dovere di cambiare. Per tutti, il più esigente è stato il sindaco che si è prefigurato un "laboratorio di pensiero". Auguri, e sommessamente auspichiamo che accanto al riuscito Festival della Mente, anno dopo anno nasca alla Spezia un Festival della Legalità.


È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Download allegati:
Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

di Elena Voltolini - In merito al ripristino degli orari pre-pandemia a Pitelli e alla Foce, però, nessuna novità. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa