"Premio della Bontà", segnalazioni entro il 15

Torna anche quest'anno il «premio della bontà». Il nome preciso è «premio diocesano della solidarietà», ma tutti lo conoscono e lo chiamano «premio della bontà», anche a ricordo affettuoso e commosso del vescovo che lo istituì nel 1978, monsignor Siro Silvestri, austero e a volte burbero come pochi, ma anche capace di tanta bontà.

Venerdì, 07 Dicembre 2012 20:06
Il comitato diocesano per il premio si è riunito nei giorni scorsi ed ha diffuso un comunicato circa le modalità di svolgimento di questa iniziativa. Tutti - persone singole, istituzioni, associazioni - sono invitati a far pervenire entro il 15 dicembre prossimo le segnalazioni di persone o di gruppi ritenuti meritevoli del riconoscimento. Il premio, infatti, viene assegnato ogni anno in prossimità delle feste natalizie e poi consegnato dal vescovo diocesano alla persona od alle persone prescelte, nel corso della Messa pontificale dell'Epifania, nella cattedrale di Cristo Re alla Spezia. Il prossimo 6 gennaio, dunque, esso sarà consegnato per la prima volta dal nuovo vescovo monsignor Luigi Ernesto Palletti. L'iniziativa non è infatti solo l'occasione per offrire un riconoscimento a quanti sono impegnati, spesso da lungo tempo e con sacrificio personale, sul non facile fronte della solidarietà. Essa è anche occasione per richiamare l'attenzione su temi di rilevante attualità, come la difesa e la piena valorizzazione della vita umana in tutte le sue fasi, l'accoglienza verso quanti provengono da paesi lontani, l'assistenza generosa verso quanti non hanno un letto dove dormire, o un cibo di cui sfamarsi, e che purtroppo sono sempre più numerosi anche in un territorio come quello spezzino. Lo scorso anno il premio venne assegnato a gruppi di persone impegnati in forma generosa ed immediata nell'aiuto alle popolazioni colpite dalla tragica alluvione del 25 ottobre in Riviera ed in Val di Vara (studenti del liceo di Levanto e i padri Passionisti di Brugnato). Anche quest'anno a chi sarà premiato sarà consegnato un contributo messo a disposizione dal Lions club «Host» della Spezia. Le segnalazioni, come accennato, possono essere relative a singole persone oppure a gruppi che si siano distinti per particolari impegni di servizio e di solidarietà. Le segnalazioni possono essere fatte da chiunque. Esse devono pervenire per iscritto, come detto entro il 15 dicembre prossimo, al Comitato per il «Premio diocesano della solidarietà», presso la Caritas, in via don Minzoni 64, 19121 La Spezia.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Diocesi

Il messaggio del vescovo Palletti. Leggi tutto
Diocesi
Monsignor Palletti prende le distanze dall'identificazione dei "senza dimora" come persone dai "comportamenti poco ortodossi" e.sottolinea che per il futuro si cercano altre aree. Leggi tutto
Diocesi

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa