I lavori dei ragazzi delle Officine A.G.A.P.O. in mostra al Museo Lia In evidenza

Fino al 9 dicembre.

 

Lunedì, 03 Dicembre 2018 11:12

Sabato 1 dicembre è stata inaugurata al Museo Civico “Amedeo Lia” la mostra dei prodotti in ceramica realizzati dalle ragazze e dai ragazzi che partecipano al laboratorio delle Officine A.G.A.P.O. (Associazione Genitori Soggetti Autistici Progetto Orizzonte). Si tratta di un progetto in cui i ragazzi sviluppano la loro creatività seguiti da esperti del settore, la cui presentazione si è svolta in vista del 3 dicembre, Giornata Internazionale delle persone con disabilità.

 

Assistiti dalle insegnanti ceramiste Giuliana Meneghini e Giulia Chiesa, dall’educatore Riccardo Rossi, senza dimenticare l’apporto dell’artista Ashe Frassinelli che da tempo collabora con il gruppo, il Laboratorio – che ha sede in via Napoli all’angolo con via Castelfidardo - impegna gli allievi nella produzione di oggetti in ceramica. Oggi queste opere sono esposte in una sala al secondo piano del Museo, che li ha accolti con totale disponibilità perché - come ha sottolineato il curatore Andrea Marmori - il Lia è di tutti gli Spezzini; l’iniziativa è inoltre curata da Francesca Giorgi.

Uno dei responsabili delle Officine AGAPO, Marco Stretti, introducendo la mostra, ha giustamente ricordato che ognuno di noi ha qualche aspetto in cui la propria abilità non è pari a quella di molti altri, ed ha sottolineato che i partecipanti al Laboratorio riescono, grazie a questa attività, ad esprimere appieno la propria sensibilità.

Valeria, una delle artiste partecipanti, ha spiegato le tecniche di lavoro adoperate: l’engobbio e il colombino.

Il primo consiste nel creare uno stampo che viene poi impresso sulla creta per essere poi opportunamente lavorata con le sgorbie di tante forme che i ragazzi hanno; l’altro è una sottile striscia di creta che viene attorcigliata a volute per creare la figura che si vuole ottenere.

Entrambe le tecniche prevedono un doppio passaggio nel forno (le loro creazioni sono bis-cotti, cotti due volte). La cosa spiega i tempi non brevi della lavorazione che, come ultima tappa, prevede l’immersione del prodotto nella cristallina, una sostanza che gli dona gradevole lucentezza e piena luminosità.

La mostra – ad ingresso libero - è aperta al secondo piano del Lia fino a domenica 9 dicembre, ed è possibile acquistare i prodotti al book shop.


Per informazioni:
Museo Civico “Amedeo Lia”
Via del Prione, n. 243 – tel. 0187-731100

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
Museo Civico Amedeo Lia

Museo Civico Amedeo Lia
Via Del Prione, 234
19124 La Spezia

Tel. 0187/731100

museolia.spezianet.it/

Ultimi da Museo Civico Amedeo Lia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa