Le ultime notizie dalla Diocesi In evidenza

Ecco le ultime notizie dalla Diocesi.

Domenica, 09 Dicembre 2018 12:49

Ecco, nasce un bambino, ed è già luce
di Giuseppe Savoca
Sarà anche condizionato dalla “secolarizzazione” e dal consumismo, ma il Natale, sin da queste settimane di preparazione, resta un evento quanto mai sentito e vissuto nella sua natura più autentica ed intima, la nascita di un Bambino venuto ad offrire a tutti speranza concreta di salvezza. Così, anche quest’anno, il vescovo e la diocesi intensificano già in queste settimane di Avvento gli incontri e le celebrazioni che uniscono al valore augurale quello della riflessione a tutto campo sul senso religioso della vita. Non solo: ritorna si può dire “alla grande” la grande e bella tradizione del presepe cristiano, oggi declinata in varie e numerose versioni, dal grande presepe luminoso di Manarola, che illumina da ieri l’altro anche quest’anno la costa delle Cinque terre, all’esperienza del “presepe vivente”, che appare sempre più diffusa, collegando l’immagine antica della “sacra rappresentazione” al senso più moderno della partecipazione di tutti alla vita comunitaria. Ma andiamo con ordine. Nei prossimi giorni, il vescovo diocesano presiederà anzitutto, martedì alle 19 nella chiesa dell’istituto “Maria Ausiliatrice”, in via Malaspina alla Spezia, la Messa pre–natalizie per tutte le associazioni e i movimenti laicali. E’ un’occasione ormai tradizionale per vivere insieme, a livello diocesano, le ultime settimane di preparazione al Natale. Altrettanto significativa sarà, domenica prossima, la “Messa della solidarietà”, intesa come Messa “del volontariato, della cooperazione e della libertà dalle dipendenze”. Monsignor Palletti la presiederà alle 18 nella cattedrale di Cristo Re alla Spezia. Sono esattamente quarant’anni che, con questa iniziativa, il mondo della solidarietà che si ispira ai valori del Vangelo, e che in diocesi fa capo alle comunità di “Cometa”, con cui collaborano “Campo del Vescovo” e la Caritas, propone a tutti di unirsi in preghiera davanti al mistero del Natale. Ed è un incontro sempre molto bello e sentito. I canti saranno eseguiti dalle corali “Matteo 15.13” e “Amici di san Francesco” di Levanto. Per quanto riguarda i “presepi viventi”, domenica prossima si ripete alla Spezia per il secondo anno quello della parrocchia di San Paolo alla Pianta: dalle 15 alle 20 oltre novanta figuranti, tutti parrocchiani, riproporranno il valore così importante e centrale della Natività di Cristo. Ma quest’anno, domenica 23 dicembre, un presepe vivente sarà allestito anche nell’ex rifugio antiaereo di via del Prione, presso la salita Quintino Sella. Sempre il 23 dicembre, a Pogliasca, il “presepe vivente” sarà animato dalle comunità parrocchiali del Comune di Borghetto Vara. E già ieri, infine, una corale partecipazione di popolo al “presepe vivente” ha accolto a Monterosso l’immagine venerata della Madonna di Soviore, “scesa” in paese in occasione dei quattrocento anni del convento dei Cappuccini.

Visite del Vescovo nei luoghi di lavoro
Proseguono intense, in vista del Natale, le visite augurali del vescovo in tutti i luoghi di lavoro. Domani 10 dicembre nel pomeriggio, nella piana di Arcola, monsignor Palletti visiterà le ditte Cozzani e Arcola Petrolifera. Martedì, al mattino, sarà alla Spezia in Prefettura, Provincia, Guardia Forestale ed Ispettorato agrario, Provveditorato agli studi, Acam e in Comune; al pomeriggio alla ditta Contrepair di Santo Stefano Magra. Mercoledì visiterà Capitaneria di porto, Camera di commercio, Agenzia delle entrate, Inps ed Enea (a Pozzuolo); giovedì Contship, Dogana, Polizia di frontiera, Autorità portuale, parrocchia “Stella maris”, Archivio di stato; venerdì, infine, Cantiere del Muggiano, Polizia stradale e sommozzatori della Polizia, Questura, Guardia di finanza, Uffici giudiziari, Comando provinciale dei Carabinieri.

Un abbraccio all'India che soffre
Nel maggio scorso, suor Damiana suora luigina indiana, nel salone di TeleLiguriaSud aveva lanciato un messaggio: aiutateci a costruire una scuola materna ed elementare. Ed aveva insistito sul fatto che l’istruzione e l’educazione creano dignità e sviluppano le risorse di un popolo. Le cose sono andate avanti e l’appello è stato raccolto dalla dirigente, professori e studenti dell’Istituto scolastico “Cardarelli”. Essi ci regaleranno un concerto del loro coro, accompagnato dalla loro orchestra. All’appello hanno risposto inoltre i frati francescani del santuario di Gaggiola, tanto cari agli spezzini. Il concerto si terrà domenica prossima alle 15.30. Chi ha dato il via a questa collaborazione è stato il “Nuovo Cammino”, associazione di cooperazione e sostegno a distanza, amica delle comunità indiane delle suore Luigine: un piccolo gruppo che ha però al suo attivo una quarantina d’anni di attività dedicati a sostenere progetti di promozione umana. Lo ha fatto soprattutto realizzando strutture educative che permettano a bambini e bambine un regolare percorso scolastico che consenta nel loro futuro una vita dignitosa. A seguito dei viaggi effettuati in India gli aderenti all’associazione hanno potuto vedere da vicino l’opera delle Luigine, che sono riuscite a migliorare le zone in cui sono presenti soprattutto con l’avvio e la gestione di scuole, ospedali e orfanotrofi e poter conoscere di persona i bambini o ragazzi sostenuti. Perché la scuola a Orissa? Da alcuni anni le suore luigine svolgono la loro attività sociale anche in quello Stato, in una zona tra le più povere dell’India e la loro opera non può non essere rivolta all’educazione dei bambini, ma mancando le strutture adeguate, le Luigine provvisoriamente ospitano gli alunni nel loro convento. Esiste un progetto per la costruzione di una scuola materna ed elementare e per realizzarla le luigine chiedono aiuto anche agli amici della associazione “Nuovo Cammino”.

Remo Righetti
Ritorna la Luce di Betlemme
Anche quest’anno la Luce arriverà da Betlemme e diffonderà il suo messaggio di pace. L’occasione ci è donata dalle organizzazioni scout AGESCI – AMIS – FSE – MASCI di Trieste che tramite staffette porteranno la Luce in tutta Italia, comprese le isole, grazie alla collaborazione delle Ferrovie dello Stato (Soc. Trenitalia). La Comunità M.A.S.C.I. spezzina (Movimento Adulti Scouts Cattolici Italiani) si fa promotore da anni alla Spezia dell’iniziativa: due Adulti Scouts riceveranno la Luce alla stazione di Viareggio per portarla alla Spezia, dove l’arrivo è previsto in Stazione Centrale per domenica prossima 16 dicembre alle 17. Nel piazzale della stazione si svolgerà la cerimonia pubblica di accoglienza della Luce ed il suo ingresso in città, alla presenza delle Autorità. Tutti sono invitati, gruppi, famiglie o singoli, ad intervenire per accogliere la Luce e accendere una lampada da trasmettere a più persone possibili: la Pace è infatti patrimonio di tutti e la Luce deve raggiungere ognuno. E' soprattutto importante che la Luce della Pace da Betlemme arrivi in special modo nei luoghi di sofferenza, ai gruppi di emarginati, a coloro che non intravedono speranza e futuro. La distribuzione della Luce può essere occasione di buone azioni, occasione di incontro, occasione per fare compagnia a chi è solo, occasione per fare una visita, per dare da mangiare a chi ha fame, occasione per vivere bene il nostro Natale, occasione per fare un regalo o costruire un dono con le nostre mani, occasione di un percorso di riflessione e di preparazione all’Avvento per la propria comunità o gruppo, insomma un’occasione da vivere come meglio crediamo il Natale, nello spirito di Ricevere la Luce e Accogliere l’Uomo.

La BibliotecaVaticana e il centro culturale Niccolò V
La città vescovile di Sarzana continua a ricordare la figura del Papa al quale nel 1397 dette i natali, Tommaso Parentucelli, Niccolò V, sommo pontefice dal 1447 al 1455. Continua, in particolare, la collaborazione tra il centro culturale “Niccolò V”, il capitolo concattedrale e la Biblioteca Vaticana, l’istituzione nota in tutto il mondo (nella foto) della quale proprio il Papa sarzanese costituì il primo nucleo, accogliendo molti testi greci provenienti da Costantinopoli e da altre località. Proprio alla “Biblioteca greca di Niccolò V” sarà dedicato sabato prossimo 15 dicembre il terzo ed ultimo convegno di studi di una serie iniziata due anni or sono, convegno che si terrà, a partire dalle 15, nel salone dell’episcopio sarzanese, in via Mazzini. L’iniziativa sarà l’occasione, partendo dai riferimenti ai testi della scienza greca presenti tra i libri del Papa (matenatica, astronomia, medicina), per una riflessione più ampia sull’Umanesimo, visto in un’ottica cristiana. Dopo un’introduzione di Egidio Banti, presidente del centro studi “Niccolò V”, ci saranno interventi di Francesca Potenza, ricercatrice della Biblioteca Vaticana, di Paolo D’Alessandro, dell’Università “Roma Tre”, e di Pier Daniele Napolitani, dell’Università di Pisa. Concluderà Antonio Manfredi, della Biblioteca Vaticana, coordinatore della ricerca. A seguire, alle 18, nella vicina sede del Museo diocesano, il vescovo Luigi Ernesto Palletti inaugurerà una mostra iconografica dal titolo “Verso Betlemme. La Natività nei messali antichi della biblioteca diocesana Niccolò V”, curata da Barbara Sisti. La mostra resterà aperta sino al 20 gennaio, dal venerdì alla domenica, dalle 15.30 alle 19.

Premiazione del concorso fotografico “Nuoi sguardi”
﷯M﷯ariarosa Biasi con ‘A Lezione di lingua italiana’, ha vinto la prima edizione del premio “Nuovi Sguardi: la città, le culture e le generazioni si incontrano e si raccontano”, concorso fotografico promosso da Mondo Nuovo Caritas, con il centro servizi “Vivere insieme”. La foto di Mariarosa, scattata durante lezione per persone richiedenti asilo a cura dell’associazione “Volta la Carta”, è stata scelta dalla giuria composta da tre fotografi spezzini: Simona Accettura, Matteo Signanini e Alessandro Manno. A Letizia Di Candia, con “Evoluzione e integrazione”, foto più votata sul profilo Instagram di Caritas La Spezia, è andato invece il premio #Nuovi Sguardi Social, mentre a Lisa Belloni, della classe 3 D del liceo artistico “Cardarelli”, con la foto “Sottosopra”, è andato il premio “under 18”. Hanno consegnato i premi, al Museo diocesano, il sindaco Pierluigi Peracchini, il direttore Caritas don Luca Palei e il presidente di Vivere Insieme Mauro Bornia.

Centro studi lunensi
Venerdì prossimo 14 dicembre, nella zona archeologica di Luni antica, sarà presentato il nuovo “quaderno” del Centro studi lunensi, istituzione che ha sede a Sarzana ed è presieduta da Silvia Lusuardi Siena, dell’Università cattolica di Milano. Il “quaderno”, undicesimo della nuova serie, pubblica gli atti di una giornata di studi tenutasi lo scorso anno a Sarzana, nella nuova sede del Centro, sul tema “Luna tra età romana e medioevo: dati inediti e rivisitazioni”. L’appuntamento è alle 15 nel salone convegni “Benettini – Gropallo”. Tutti sono invitati.

”Una Chiesa giovane”
Sabato prossimo alla Spezia, nei locali della suore salesiane Figlie di Maria Ausiliatrice, in viale Amendola 1, si tiene a partire dalle 9 il ritiro pre–natalizio della “famiglia salesiana”. Don Fabrizio Di Loreto parlerà sul tema “Una Chiesa giovane”. L’incontro si concluderà dopo il pranzo. Tutti possono intervenire.
﷯Celebrazioni col vescovo
Domani è la festa liturgica della Madonna di Loreto, patrona dell’Aeronautica. Alla Spezia, come ogni anno, una celebrazione si tiene a Cadimare, presso l’aeroporto militare. Domattina alle 11 sarà a Cadimare il vescovo Luigi Ernesto Palletti che presiederà la celebrazione della Messa. Sabato prossimo, alle 15, Palletti sarà invece al monastero della Santa Croce di Bocca di Magra per celebrare una Messa per il personale e i familiari del corpo della Guardia di finanza. Lo stesso farà domenica alle 12 per le diverse seioni spezzine dell’associazione nazionale Alpini, nella sede delle associazioni d’arma, in viale Amendola alla Spezia.
Scotto presidente Mcl
Giorgio Scotto, già da tempo responsabile spezzino del patronato Sias, è il nuovo presidente provinciale del Movimento cristiano lavoratori. L’ha eletto, insieme al nuovo direttivo, l’assemblea dei delegati. Scotto sostituisce Francesco Bellotti, presidente per due precedenti mandati. Questi gli altri incarichi: vice presidente Alberto Rebecchi, amministratore Francesco Garibotti, segretario Oscar Callisto, consiglieri Ornella Bernardini, Daniele Cantarelli, Mauro Conte, Bruno Dal Molin, Mario Donnarumma, Rodolfo Ghironi, Luisa Gomiero, Giancarlo Leveratto, Marzia Tonelli e Giorgio Zignego. Una delegazione del rinnovato consiglio è stata poi ricevuta dal vescovo Luigi Ernesto Palletti. Nel presentare al vescovo il nuovo consiglio, Scotto non ha mancato di ricordare il “mai dimenticato” Amerigo Lupi, fondatore e per molti anni primo animatore del movimento in provincia della Spezia. A tutti gli eletti, auguri di buon lavoro.

Mostra artisti cattolici
Prosegue alla Spezia sino a sabato prossimo, nella sede dell’Unione cattolica artisti italiani di via Don Minzoni 62, la mostra collettiva di scultura degli artisti Pino Busanelli, Umberta Forti, Giuliana Garbusi, Mario Maddaluno, Nina Meloni, Marisa Marino e Mirella Raggi. Nella presentazione, Fabrizio Mismas ha tenuto un’interessante conversazione sul patrimonio monumentale ed artistico spezzino andato perduto negli anni dell’ultima guerra monbdiale (1940 – 1945). La mostra è aperta al pubblico da martedì a sabato, dalle 17.30 alle 19.

Il ricordo di don Milani
La proiezione del film “Barbiana ‘65: Il maestro deve essere profeta”, avvenuta alla Spezia al cinema Don Bosco a cura del cineclub “Controluce”, è stata un’iniziativa legata al Missing Film Festival, giunto alla ventisettesima edizione. Si tratta di un progetto speciale dell’associazione di cultura cinematografica “C.G.S. – Cinecircoli giovanili socioculturali”, che promuove il cinema cosiddetto “perduto”, quello che non è nei canali distributivi ordinari. La proiezione è stata accompagnata da una mostra fotografica sulla figura di don Milani presso la mediateca civica. Al dibattito che ha seguito la proiezione hanno partecipato don Sandro Lagomarsini, i dirigenti scolastici Maria Torre e Paolo Manfredini, Roberto Centi, docente, e Sandra Gesualdi giornalista. Il dibattito, partecipato dal pubblico, ha cercato di approfondire chi fu don Milani, quale fu il suo messaggio e quale peso ha avuto nel pensiero della Chiesa e nella società e comprendere quanto sia attuale la sua proposta al mondo di oggi.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Diocesi

Per l'11 settembre un incontro a cui hanno partecipato l'imam di Verona e il vicario generale della diocesi. Leggi tutto
Diocesi
Sue opere sono esposte anche al Metropolitan di New York e a Londra. Leggi tutto
Diocesi

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa