Stampa questa pagina

Rimborsi telefonici, Adoc: "La sentenza è chiara ed esplicita e non può essere soggetta ad interpretazioni" In evidenza

L'invito è ai consumatori, che potranno rivolgersi agli sportelli  Adoc nel caso in cui si verificassero comportamenti ostruzionistici da parte dei gestori.

Lunedì, 22 Luglio 2019 15:35

A seguito del dispositivo di sentenza del Consiglio di Stato gli operatori telefonici dovranno restituire in fattura quanto pagato in più dai consumatori a fronte della fatturazione ogni quattro settimane rispetto a quella mensile.

Qusta sentenza per ADOC è una una tardiva vittoria dei consumatori che lascia comunque l’amaro in bocca: “La sentenza del Consiglio di Stato mette finalmente fine ad una situazione iniqua e dannosa che è durata fin troppo – dichiara Roberto Tascini, Presidente Nazionale dell'Associazione- a causa del lungo lasso di tempo intercorso tra i primi atti dell’Autorità e la decisione del Consiglio di Stato.”

A fronte della sentenza, dunque, i consumatori hanno diritto ad essere pienamente rimborsati del mal tolto e questo, secondo l’ADOC, indipendentemente dal fatto che siano ancora clienti dell’operatore che ha – a suo tempo – modificato unilateralmente la fatturazione con cadenza a 28 giorni.

“A nostro avviso – precisa sempre Tascini – la sentenza è chiara ed esplicita e non può essere soggetta ad interpretazioni. La restituzione dei giorni erosi deve avvenire in maniera automatica e tempestiva. Anche chi nel frattempo ha cambiato operatore o ha chiuso l’utenza dovrà essere tutelato: esortiamo l’AgCom a definire quanto prima modalità di rimborso adeguate in favore di quei consumatori che non siano più clienti dell’operatore artefice della fatturazione a 28 giorni, che ad oggi versano in una situazione di totale incertezza.
Resta inteso che la scelta in favore di soluzioni alternative – eventualmente proposte dagli operatori – rispetto alla restituzione automatica dei giorni di servizio non fruiti è rimessa alla autonoma ed esclusiva valutazione del consumatore, ma dovrà essere sempre proposta nel rispetto degli obblighi di trasparenza, chiarezza e completezza delle informazioni rese. Dovrà essere manifestata, altresì, attraverso un consenso esplicito reso in modalità opt-in. Dunque invitiamo i consumatori a riflettere attentamente prima di accettare la proposta alternativa, la quale comporterà la rinuncia alla restituzione automatica.”

Come Presidente dell'ADOC Spezzina, invito i consumatori a rivolgersi ai nostri sportelli nel caso in cui si verificassero comportamenti ostruzionistici da parte dei gestori al fine di valutare, in concerto con il nostro Nazionale, le eventuali azioni di tutela da intraprendere.

Ci tengo a sottolinare che a oggi solo il gestore Tim ha comunicato ai suoi clienti quanto messo in atto in ottemperanza alla sentenza: opzioni gratuite o, in caso di richiesta di rimborso, presentazione di domanda di conciliazione paritetica: provvedimento questo che non mi trova d'accordo in quanto il diritto al rimborso è un diritto acquisito: in caso di rifiuto all'accettazione di opzioni gratuite sarebbe stato consono erogare il rimborso automaticamente senza costringere il consumatore ad adottare l'iter della paritetica: di fatto chi non attiverà questa procedura non avrà diritto al rimborso.
Mi tengo, pertanto, a disposizione per ogni richiesta di consulenza e assistenza in merito.

Sarà inoltre mia cura dare ampia informativa dei provvedimenti intrapresi dagli altri gestori che mi auspisco siano comunicati sia agli utenti che alle associazioni di difesa consumatori.

Elisabetta Sommovigo – Presidente ADOC La Spezia

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Le pagelle di Spezia-Lazio

Sabato, 05 Dicembre 2020 18:50 ac-spezia-calcio
di Massimo Guerra- Spezia "migliore squadra in campo" Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa