L'allarme degli spedizionieri: "Forte preoccupazione per un settore che impiega 500 persone" In evidenza

Le ripercussioni dell'emergenza coronavirus sui traffici portuali. L'Aspedo: "Si prefigura un periodo molto difficile".

Sabato, 07 Marzo 2020 16:42

Dopo un promettente inizio dell’anno, è in arrivo l’inevitabile calo dei traffici e delle operazioni nel nostro porto.

A causa della quarantena in Cina e la conseguente sospensione della grande produzione da gennaio e la quasi paralisi del sistema logistico cinese, considerando un tempo di trasporto marittimo intorno a poco più di un mese e che l’interscambio export/import con la Cina è, per il nostro scalo, intorno al 40% del totale dei traffici, nel brevissimo e nel breve si prefigura un periodo particolarmente difficile per gli operatori doganali spezzini.

Cercando di mantenere un cauto ottimismo in virtù della possibile stagionalità del virus, dell’efficacia delle azioni poste in essere dalle autorità sanitarie e nella speranza di un rapido sviluppo di un vaccino, non possiamo nascondere la viva preoccupazione per poter sostenere le inevitabili ripercussioni economiche per un settore economico spezzino, quale quello delle agenzie che si occupano di sdoganamenti, che, vale la pena di ricordare, soltanto direttamente impiega personale per oltre 500 unità e raccoglie liquidità extra territoriale per l’indotto economico locale di notevole entità.

Gli associati della Aspedo, l’associazione dei doganalisti spezzini, storicamente attenta all’efficienza dei sistemi al fine di attrarre e velocizzare i traffici portuali, stanno ponendo in essere quanto possibile per contrastare il diffondersi del virus, applicando le raccomandazioni delle autorità sanitarie e degli enti certificatori, nonchè limitando, anche su invito dell’Ufficio delle Dogane della Spezia, gli accessi fisici negli uffici, comunque inevitabili e necessari per diverse tipologie operative, al fine di prevenire possibili disservizi e ritardi nelle tempistiche di sdoganamento.

La Aspedo auspica ed attende un pronto intervento delle Istituzioni non solo nazionali, ma anche locali, a sostegno delle aziende e degli impiegati del settore per fare fronte a questa crisi che, per tipologia, non ha precedenti e prefigura tempistiche incerte.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Dopo il secondo episodio di inseguimento di giovani donne da parte di malintenzionati avvenuto nell'ultimo mese, il Comitato Fossitermi scrive al Prefetto. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Il gruppo "Per il Bene di Tutti" vuole discuterne subito nel prossimo consiglio comunale. Vassalli: "Regione troppo lontana dal territorio". Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa