Cassa in deroga, Maestripieri (CISL Liguria): "Forte preoccupazione per i lavoratori" In evidenza

"Riparto nazionale mutilato di 17 milioni di euro"

Sabato, 11 Aprile 2020 18:32

"La notizia che il nuovo riparto nazionale sia sceso da quasi 82 a 65 milioni di euro e che quindi non permetterà di soddisfare tutte le richieste di cassa integrazione in deroga già presentate né, tantomeno, quelle che stanno ancora arrivando, ci fa temere per l'occupazione e l'economia della nostra Regione. Siamo preoccupati per il sostentamento dei lavoratori, ma anche per le aziende che rischiano di dover tagliare l'occupazione prima della ripresa dell'attività". Lo dice Luca Maestripieri, segretario generale Ligure della Cisl. "Dei fondi annunciati inizialmente - prosegue Maestripieri -, 4 milioni erano già stati trattenuti dal Ministero. Ora, secondo quanto ha comunicato il ministro del Lavoro Nunzia Catalfo alla Regione, ne saranno sottratti alla Liguria altri 13.

Gran parte della cifra ad oggi concessa è già impegnata per le domande al momento presentate. Lo sforzo del sindacato è massimo per soddisfare tutte le richieste che ogni giorno arrivano a ritmo di centinaia al giorno, il che lascia intravedere un aumento ancora consistente delle domande. Capiamo che ci sono regioni focolaio che hanno bisogno di misure più consistenti di quelle già approvate ed è giusto che abbiano una cifra maggiore, ma non che questa vada sottratta ad un territorio martoriato come il nostro, messo già a dura prova dal crollo del ponte. Il Governo si era impegnato a trovare le risorse per coprire una situazione drammatica per le imprese del nostro territorio, ora deve reperirle e metterle a disposizione come si era impegnato a fare".

"Genova e la Liguria sono in grave difficoltà per una serie di eventi pregressi che l'Esecutivo non può ignorare - conclude il segretario generale Cisl Liguria -. Tagliare ora i fondi per la cassa integrazione in deroga significherebbe lasciar morire un gran numero di aziende e, con esse, centinaia di posti di lavoro. Un colpo che la Liguria non potrebbe sopportare".

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
CISL

Via Paolo Emilio Taviani, 52
19125  La Spezia

Tel.  0187564918
Fax.  0187520115
E-mail:rf.laspezia@cisl.it

 

www.cafcisl.it/leggi_sedi.cfm?provincia=SP

Ultimi da CISL

"Impoverisce inutilmente i lavoratori. Serve fermare la guerra politica e avviare una collaborazione seria per il futuro della Liguria". Leggi tutto
CISL
I sindacati: "Il consigliere provinciale con delega al Tpl lamenta di essere all'oscuro dei temi della mobilità". Leggi tutto
CISL

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa