Ponte di Albiano, Confindustria sollecita una risposta in tempi brevi In evidenza

A oltre un mese dal crollo del Ponte di Albiano Magra Confindustria La Spezia ritiene doveroso intervenire per richiamare l’attenzione sulle difficoltà degli operatori economici dell’area interessata.

Venerdì, 15 Maggio 2020 14:25

 

Nell’immediatezza dell’evento Confindustria La Spezia si è tempestivamente attivata chiedendo al Governo di adottare procedure analoghe a quelle scelte per la ricostruzione del ponte Morandi di Genova e che, venissero da subito messe in atto iniziative speciali finalizzate a ridurre i disagi della popolazione e delle attività produttive site nella frazione e nei Comuni interessati dal crollo del ponte.

Mario Gerini , Presidente di Confindustria La Spezia, ricorda “non ci siamo limitati ad una generica richiesta ma con due note, la prima del 15 e la successiva del 23 aprile scorso, sono state formulato due ipotesi di viabilità complementari fra di esse che potessero in tempi brevi rappresentare una reale alternativa all’attuale viabilità.”

La prima prevede nel tratto autostradale dell’A15 tra Albiano Magra e S. Stefano Magra, la realizzazione di due rampe temporanee di accesso alle corsie una lato Albiano Magra e l’altro lato Santo Stefano di Magra.

La seconda prevede la realizzazione di due rampe temporanee di accesso alle corsie Nord e Sud del tratto Autostradale A12 nella località Lagoscuro - Ceparana.

Il Presidente di Confindustria La Spezia, Mario Gerini, puntualizza “Entrambe le proposte rappresentano un contributo. Ovviamente, non sono state formulate nella convinzione che fossero le uniche che in tempi brevi potessero fornire reali risposte alla criticità emersa.

Ci siamo fatti parti attive in quanto ritengo che un’associazione non debba limitarsi ad evidenziare le difficoltà ma debba avere anche capacità propositiva e progettuale. Fondamentale, a nostro parere, è il fattore tempo.”

In queste settimane l’associazione ha seguito con attenzione l’evolversi della situazione mantenendo costanti contatti con le autorità interessate, apprezzando apprezzato l’impegno profuso al livello locale del Sindaco di Aulla e dal presidente della Provincia della Spezia e a livello parlamentare degli Onorevoli Gagliardi e Ferri.

lo scorso 5 maggio, a nome delle associate è stato nuovamente chiesto al Ministro delle Infrastrutture di accelerare il processo decisionale evidenziando che le aziende hanno la necessità di essere puntualmente informate per poter programmare le loro attività o di valutare l’eventuale ricollocazione dei loro impianti, in quanto ritengono economicamente non sostenibili i tempi di due anni ipotizzati sulla stampa locale per tornare alla normalità.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
Confindustria La Spezia

Via Giovanni Minzoni, 2  19121 La Spezia SP
Telefono: (+39) 0187.725.1 , Fax: 0187.725.240.


orari di apertura: dal lunedì al venerdì8,30-13,00 e 14,30-18,00

www.confindustriasp.it/

Ultimi da Confindustria La Spezia

"La Spezia, ma in generale la Liguria, continua a patire di un isolamento cronico, figlio di progettualità mai concluse o mai iniziate." Leggi tutto
Confindustria La Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa