Dpcm, le associazioni incontrano il Prefetto: tavolo di confronto con le categorie più colpite In evidenza

Rete Imprese Italia chiede un ripensamento su alcune misure e interventi di sostegno immediati.

Mercoledì, 28 Ottobre 2020 14:45
La manifestazione di ieri contro le misure dell'ultimo Dpcm La manifestazione di ieri contro le misure dell'ultimo Dpcm

Oggi il Prefetto Maria Luisa Inversini ha incontrato in videoconferenza Rete Imprese Italia, organo che rappresenta unitariamente le associazioni della piccola e media impresa: CNA, Confartigianato, Confcommercio e Confesercenti.

Nel corso dell’incontro, i rappresentanti delle categorie produttive hanno evidenziato le pesanti ripercussioni che le nuove limitazioni imposte dal dPCM del 24 ottobre 2020 avranno sugli esercenti di bar, ristoranti, gelaterie, centri benessere, palestre, piscine e, più in generale, sul tessuto economico spezzino, particolarmente orientato al turismo.

Le associazioni di Rete Imprese Italia, anche alla luce delle proteste spontanee e della crescente rabbia delle categorie più colpite dalle chiusure, chiedono con forza un ripensamento su alcune misure, oltre che interventi di sostegno immediati per consentire loro di lavorare con dignità e sicurezza.

Per garantire la massima celerità nell’erogazione di indennizzi e ristori da parte del Governo, il Prefetto ha preannunciato l’istituzione di un tavolo di confronto con le categorie commerciali più colpite dalle restrizioni, dove sarà rappresentata anche l’Agenzia delle Entrate per i profili di competenza.

“L’incontro è stato molto utile perché il ruolo delle associazioni di categoria – ha dichiarato il Prefetto Inversini – è estremamente importante in questo momento. Le associazioni, infatti, possono assicurare una comunicazione interna costante con i propri associati e diventare punto di riferimento affinché gli indennizzi per le categorie più colpite dalle chiusure e dai divieti siano erogati con la massima celerità. Voglio ringraziarle per la consapevolezza della difficoltà del momento che stiamo vivendo e della necessità di dare la priorità alla tutela della salute pubblica. Attraverso l’istituzione del tavolo e l’attività della Consulta territoriale presso la Camera di Commercio sarà mia cura ascoltare, valutare tutte le proposte e, se del caso, trasferire tutte le esigenze che provengono dalle categorie economiche in un’ottica di massima collaborazione istituzionale”.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Prefettura della Spezia

Nei prossimi giorni è previsto l’arrivo di un analogo gruppo di famiglie con minori per i quali la Prefettura ha già individuato le strutture dove accoglierli. Leggi tutto
Prefettura della Spezia
Enti pubblici, ma anche organizzazioni non governative, associazioni e singoli cittadini possono fare richiesta. Leggi tutto
Prefettura della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa