Acam, i soci hanno scelto il male minore

I Comuni soci di Acam hanno pensato bene di scegliere tra le due Istituzioni - Tribunale della Spezia e Corte dei Conti - il male minore, cioè il primo, nelle cui competenze non rientra la determinazione di un "presunto danno erariale".

Martedì, 25 Giugno 2013 08:36

Il Tribunale ha sentenziato che Acam Spa non può fallire perché azienda pubblica e come tale è dubbioso che possa omologare un atto (piano di riassetto Acam) che invece deve essere portato, per la fattibilità, alla attenzione del giudice contabile. Infatti il Tribunale non è tenuto a sapere che non è possibile cedere il 49% di Acam Ambiente essendo una società in House, che non è possibile rinegoziare dei mutui che superano i trenta anni (debito verso banche di Acam acque da rimborsare entro il 2034), se questo comporta delle passività per i comuni. Ho sentito la settimana scorsa la procura della corte dei conti di Genova, alla quale ho segnalato il caso, e mi hanno risposto che l'intervento della Corte dei Conti non è preventivo, a meno che non venga fatta una segnalazione scritta del caso.
Io ritengo che l'unico organo Istituzionale che possa portare a conoscenza della Corte la fattibilità del piano sia il Collegio dei Revisori dei Comuni soci o il Revisore dei conti nei comuni dove è previsto un solo revisore; nel caso non venisse fatto, ritengo opportuno presentarlo in qualità di cittadino come mi è stato suggerito dalla Corte dei conti.

 

Mario Bonelli, Dottore commercialista, Revisore dei conti enti locali

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Ritrovata grazie alla Fondazione Cavour. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
di Massimo Guerra - Lo Spezia esce sconfitto ma a testa alta. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa