"New Life": Crédit Agricole Italia e Legambiente insieme per l’economia circolare

Iniziative di cittadinanza attiva e riqualificazione urbana, ma anche tutorial e video pillole con consigli per adottare stili di vita sostenibili.

Venerdì, 26 Novembre 2021 14:17
"New Life": Crédit Agricole Italia e Legambiente insieme per l’economia circolare Foto da You Tube Economie Circolari

Otto forum di comunità, 60 idee raccolte, quattro iniziative di cittadinanza attiva organizzate in quattro diverse città italiane, quattro progetti di crowfunding in fase di lancio: sono i numeri del progetto per l’economia circolare “New Life”, realizzato da Crédit Agricole Italia e Legambiente con il coinvolgimento di 41 organizzazioni e circa 200 cittadini. Il percorso congiunto, iniziato lo scorso autunno, si conclude oggi con il webinar “Economia Circolare per il Terzo Settore”, trasmesso in diretta streaming questa mattina dalle ore 11.00 sul canale Youtube Economie Circolari, la presentazione dei risultati raggiunti e il lancio di una serie di tutorial e video pillole con consigli utili per adottare stili di vita sostenibili. L’evento online di oggi è, in particolare, occasione per raccontare il ruolo del terzo settore nella formazione della cittadinanza attiva e l’incontro tra sostenibilità ambientale, economia circolare e inclusione, fondamentale nella cura sociale e dei territori.

Il progetto. “New Life” si inserisce nell’ambito del meta-progetto globale FReD, lanciato da Crédit Agricole Italia con l’obiettivo di accompagnare e rafforzare il percorso di Responsabilità Sociale di tutte le entità del Gruppo: la fase preventiva è stata dedicata alla realizzazione di mappature territoriali, condotte secondo il metodo del design sul potenziale dei contesti, in quattro diverse città italiane: Milano, Bologna, Campi Bisenzio (FI) e Vicenza, tutte già sedi dei ri-hub inaugurati da Legambiente nell’ambito del progetto ECCO, poli di economia circolare e civile dove si punta a coniugare sostenibilità ambientale e inclusione sociale.

Nello specifico, le mappature hanno preso in esame cinque campi: i giovani, le economie civili e circolari, le comunità protagoniste, il pubblico innovativo e l’innovazione sociale.
Sono quindi seguiti dei momenti di ascolto attivo quali i forum di comunità che hanno coinvolto associazioni, amministratori, scuole e cittadini per individuare in forma pienamente condivisa le priorità su cui intervenire nel miglioramento dei beni comuni, nonché nella pianificazione di attività a sostegno delle categorie più fragili e a rischio marginalità. Alcune di queste attività, nello specifico, saranno oggetto di raccolte fondi civili lanciate sul portale di Crédit Agricole Italia CrowdForLife con il coordinamento di Legambiente.

Il progetto si è poi articolato in quattro giornate di riqualificazione ambientale che hanno interessato luoghi scelti dalle comunità di riferimento. Per diffondere i principi e le buone pratiche dell’economia circolare è stata inoltre prodotta una serie di tutorial e di video pillole con protagonista la circular ambassador Tessa Gelisio, pubblicate sui canali social di Crédit Agricole Italia e Legambiente a partire dal 29 novembre e fino al 16 dicembre prossimo: l’obiettivo dell’iniziativa è stimolare i singoli all’adozione di stili di vita sostenibili nel quotidiano.

“L’ascolto delle necessità dei luoghi e il coinvolgimento attivo dei cittadini in ciascuna fase del progetto New Life ci hanno consentito di promuovere iniziative realmente utili alle comunità, che guardano a uno sviluppo socio-economico dei territori in chiave pienamente sostenibile e inclusiva – dichiara Giorgio Zampetti, Direttore Generale di Legambiente – Le città individuate per le nostre azioni, già sedi dei ri-hub da noi inaugurati grazie al progetto ECCO, si avviano a diventare sempre più un punto di riferimento quali poli di economia circolare e civile. Proprio durante la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, è importante ricordare come l’economia circolare non si limiti al semplice riutilizzo e riciclo degli scarti, ma si ponga quale strumento democratico e inclusivo capace di creare opportunità di occupazione nel settore green, di favorire l’innovazione e lo sviluppo di nuove competenze, di rigenerare insomma i nostri territori e le loro comunità”.

“Crédit Agricole Italia è un Gruppo profondamente radicato nei territori e opera per generare valore in ambito sociale e ambientale – commenta Vittorio Ratto, Vice Direttore Generale di Crédit Agricole Italia – Coerenti con il motto “Agire ogni giorno nell’interesse dei nostri clienti e della società” accompagniamo clienti, aziende e stakeholder nella transizione verso un’economia sempre più rispettosa dell’ambiente e della società. Il progetto New Life, in collaborazione con Legambiente, rientra in questo nostro piano d’azione e dimostra come sia possibile operare concretamente per dare ascolto e risposte adeguate ai bisogni dei cittadini e delle nuove generazioni.”

Le iniziative in città

A Milano “New Life” ha visto l’adesione di dieci associazioni: organizzati due forum di comunità e un evento di cittadinanza attiva con la partecipazione di circa 50 persone a Cascina Nascosta, dentro Parco Sempione, cuore verde del Municipio I che con i suoi 97 mila abitanti è stato bacino di riferimento delle attività legate al progetto. A Vicenza i due forum di comunità sono stati seguiti da un evento di cittadinanza attiva che ha coinvolto circa 40 persone tra cittadini e rappresentanti di dieci organizzazioni impegnati in uno dei parchi simbolo della città, il Retrone, punto di riferimento per i 120 mila abitanti del capoluogo di provincia veneto. A Campi Bisenzio si sono tenuti due forum di comunità che hanno coinvolto 13 realtà territoriali e preceduto l’evento di cittadinanza attiva cui hanno preso parte 60 persone, tra cui una delegazione di volontari internazionali coinvolti nel progetto CESCY dedicato all’economia circolare e alle competenze di cittadinanza globale. Bacino di riferimento, in questo caso, i circa 5 mila abitanti di San Pietro a Ponti, frazione del Comune toscano. A Bologna, infine, i due forum di comunità organizzati hanno coinvolto otto realtà del territorio e si sono tradotti in una giornata di cittadinanza attiva cui hanno preso parte circa 50 persone tra adulti e bambini: bacino di riferimento delle attività i 60 mila abitanti del quartiere San Donato-San Vitale.

Stili di vita sostenibili: tutorial e video pillole

Il lavoro realizzato nell’ambito del progetto “New Life” si è concretizzato anche in una serie di cinque tutorial, consultabili e scaricabili su New Life (credit-agricole.it), e di video pillole di economia circolare realizzate dal videomaker Lorenzo Pallini: protagonista delle clip è la conduttrice, blogger e circular ambassador Tessa Gelisio che propone agli utenti preziosi consigli per adottare stili di vita più sostenibili. Dalla cucina degli scarti, per evitare sprechi e creare nuove ricette gustose a partire dagli scarti alimentari, alla regola delle 3R per imparare a ridurre, riciclare e riutilizzare.
Dalla cosmesi naturale, in cui gli scarti alimentari si rivelano ancora preziosi alleati per una beauty routine sostenibile, alle pulizie naturali da realizzare grazie a ricette fai-da-te e nel pieno rispetto del Pianeta, fino ai consigli per dare vita a una casa green circondandosi delle piante più adatte a ciascun ambiente.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
Crédit Agricole

Via Baldassarre Biassa, 77
19121 La Spezia

Tel.:   +39 0187 773111
Fax:  +39 0187 773328

www.credit-agricole.it/

Ultimi da Crédit Agricole

Possibile anche la sospensione delle rate dei finanziamenti in essere per le aziende che ne faranno richiesta. Leggi tutto
Crédit Agricole

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa