Confcommercio Imprese per l'Italia e sindacati firmano l'accordo per incentivare il settore turistico In evidenza

di Francesco Truscia - E' stato siglato questa mattina l’accordo tra Confcommercio Imprese per l’Italia e Cgil, Cisl e Uil.

Venerdì, 30 Marzo 2018 19:00

“Quello che è stato fatto a livello regionale e dalle organizzazioni sindacali dà un segnale verso un settore fondamentale per l’economia ligure (il turismo) che fino ad oggi ha vissuto a volte nell’improvvisazione”: queste le parole utilizzate da Luca Comiti (Cgil) per descrivere l’accordo firmato questa mattina da Cgil, Cisl e Uil con Confcommercio Imprese per l’Italia destinato ad incentivare il settore turistico.

Un accordo che prevede l’erogazione di 3mila euro e 6mila euro per le imprese del settore turistico che decideranno, rispettivamente, di assumere per 8 mesi o a tempo indeterminato nuovi lavoratori.

Prosegue Luca Comiti: “C’è bisogno di una regia e di soluzioni di questo tipo. Bisogna dare sostegno ai lavoratori perché il turismo è un settore importante ma ancora debole. Quando si pensa nella nostra provincia al turismo si pensa ad un qualcosa di stagionale, temporaneo. Con questo strumento potremo dare continuità lavorativa (ad esempio con 8 mesi di assunzione e 4 di Naspi si arriverà al range complessivo delle 12 mensilità per il lavoratore con la copertuta totale dell'anno) e permetterà, grazie ai finanziamenti sulla formazione, di poter dare quel qualcosa in più sulla qualità che ad oggi manca ancora secondo noi”.

Nell’accordo non rientrano i pubblici esercizi ma sarà possibile aumentare del 25% i finanziamenti se l’impresa deciderà di assumere persone affette da disabilità (oltre gli obblighi della legge 68). Le richieste pervenute sono tante, per questo Regione Liguria ha deciso di attuare un rifinanziamento.

“C’è un processo di stabilizzazione del lavoratore che si sente più tranquillo e quindi diventa più facile fidelizzare il lavoratore stagionale all’azienda - ha dichiarato Gianfranco Bianchi (Confcommercio) - La copertura totale dei 12 mesi su 12 permette di creare una continuità nel rapporto tra l’azienda e il lavoratore. Altro aspetto positivo è il processo di destagionalizzazione, permettendo all’imprenditore di tenere aperta l’attività qualche mese di più”.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

#FORZA91, 170 miglia alla meta

Martedì, 20 Ottobre 2020 19:10 cronaca
Per il velista 91enne Mario Battilanti ancora due giorni di viaggio. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
La classifica dei mestieri che renderebbero più inclini al tradimento o lo renderebbero potenzialmente più semplice. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa