Contratto tra Consorzio Iveco – Oto Melara (CIO) e Ministero della Difesa per In evidenza

Per l’acquisizione di 10 Centauro II, prima tranche su un totale di 136 unità.

Martedì, 24 Luglio 2018 18:42

La Società Consortile Iveco – Oto Melara (CIO), partecipata al 50% da Leonardo, ha firmato oggi con il Ministero della Difesa italiano, presso Palazzo Guidoni, sede del Segretariato Generale della Difesa e della Direzione Nazionale degli Armamenti, un contratto del valore di 159 milioni di euro per l’acquisizione delle prime 10 unità del nuovo veicolo corazzato Centauro II. La cerimonia si è svolta alla presenza del Segretario Generale della Difesa e Direttore Nazionale degli Armamenti, Gen. S.A. Carlo Magrassi, del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito Italiano, Gen. di Corpo D’Armata, Salvatore Farina, e del Direttore degli Armamenti Terrestri, Ten. Gen. Francesco Castrataro.

 

Si tratta di una prima tranche su un totale di 136 unità.

Il contratto comprende oltre ai veicoli, anche ricambi e supporto logistico. La quota di competenza di Leonardo ammonta a circa 92 milioni di euro. L’azienda avrà la responsabilità dello sviluppo e integrazione della torre completa del sistema di difesa e di sistemi di osservazione, condotta del tiro e comunicazione.

La Centauro II rappresenta un importante passo in avanti rispetto alla precedente Centauro I in termini di potenza, osservazione, mobilità, ergonomia, condotta di tiro, comunicazione, garantendo sempre la massima protezione dell’equipaggio. Si tratta di un veicolo corazzato di nuova generazione in grado di operare in ogni scenario: dalle missioni a difesa della sicurezza nazionale, alle operazioni di supporto e mantenimento della pace ad altri teatri operativi in cui siano chiamate ad intervenire le Forze Armate.

CIO Iveco – Oto Melara
La Società Consortile Iveco – Oto Melara (CIO) nasce nel 1985 con partecipazione paritetica di Iveco Defence Vehicles, gruppo CNH Industrial, e dell’ex OTO Melara, attualmente Leonardo. All’interno del Consorzio, l’Iveco Defence Vehicles ha la piena responsabilità di tutte le componenti veicolari (motore, cambio, sospensioni etc.), dello scafo e dell’integrazione finale dei veicoli ruotati, mentre Leonardo è responsabile dei sistemi d’arma, dei sistemi di visione e di controllo del fuoco dei veicoli ruotati e cingolati, dello scafo e dell’integrazione finale dei veicoli cingolati. Entrambe le società hanno eccellenti competenze nell’ambito della protezione contro il fuoco diretto, antimina ed anti IED.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Parte la nuova rassegna di SdC onlus dall’11 dicembre Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa