Opposizioni: "Chiudere aziende non essenziali, prima viene la salute" In evidenza

"Le produzioni non essenziali del territorio devono essere interrotte, prima viene la salute di lavoratori e cittadini."

Mercoledì, 25 Marzo 2020 19:59

 

"Le produzioni non essenziali del territorio devono essere interrotte, prima viene la salute di lavoratori e cittadini." Così Guido Melley, LeAli a Spezia, Federica Pecunia, Italia Viva, Marco Raffaelli, PD, Paolo Manfredini, Partito Socialista, Massimo Lombardi, Spezia bene comune, Luigi Liguori, Spezia bella, forte e unita e Lorenzo Forcieri, Avanti Insieme, che continuano: "Aziende come Leonardo, MBDA, INTERMARINE, pur rappresentando un asset economico fondamentale del territorio e del Paese, non hanno la caratteristica di produzioni essenziali in questo grave momento di emergenza da Covid-19.

Dobbiamo ora fermarle temporaneamente, per contenere il contagio e non mettere a rischio la salute di migliaia di lavoratori diretti e dell'indotto, delle loro famiglie e dei cittadini del territorio.

Allo stesso modo dobbiamo tutelare anche i lavoratori di tutte le altre aziende autorizzate, affinché siano dotati dei DPI e il loro lavoro si svolga in assoluta sicurezza. Invitiamo quindi il Signor Prefetto a procedere in questa direzione, anche alla luce dei recenti accordi tra Governo e Sindacati ."

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Riaperta la Ripa

Venerdì, 05 Giugno 2020 19:04 cronaca
Dalle 18.30 di oggi, 5 giugno, la provinciale è di nuovo percorribile. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa