Turbogas alla Spezia, la posizione della Regione ora è scritta nero su bianco In evidenza

L'ufficialità è arrivata con l'approvazione di un ordine del giorno in Consiglio Regionale. Voto all'unanimità.

Mercoledì, 29 Gennaio 2020 16:26

“Il giochino dello scaricabarile politico avanzato in questi mesi si è definitivamente rotto: c’è il no a Enel, al carbone e al turbogas da parte dell’Amministrazione, da parte del Consiglio Comunale spezzino all’unanimità con la Variante al Piano Urbanistico e da parte del Consiglio Regionale con un ordine del giorno votato all’unanimità. La decisione adesso è tutta nelle mani del Governo.

 

La voce del territorio, spezzino in particolare e ligure in generale, è forte e chiara, senza lasciare spazio a fraintendimenti. Si è concluso il tempo delle sfide personalistiche in profumo di campagna elettorale, ma è arrivato invece il tempo che ciascuno si prenda le proprie responsabilità di fronte al nostro territorio, e mi riferisco a quei partiti, Pd, Italia Viva, Leu e Cinque Stelle, che sorreggono l’attuale governo che ha in mano la questione Enel.

Quello che dobbiamo tutelare non è soltanto quei quartieri spezzini, mi riferisco soprattutto a Melara, che per decenni sono stati vituperati. Abbiamo anche la grande responsabilità di non distruggere il già fragile rapporto della rappresentanza politica e la fiducia che i cittadini ripongono nella politica. Il gioco delle tre carte con l’ordine del giorno del Consiglio Comunale spezzino e quello Regionale è finito e i parlamentari di espressione del territorio ligure e spezzino che sorreggono l’attuale governo devono assumersene la responsabilità politica.

Per mantenere qui la centrale Enel e per la trasformazione al turbogas il Ministero dovrà passare sopra la nostra di delibera di variante al PUC che impedisce che in quel luogo possano essere bruciati combustibili fossili, deve passare sopra una Città e oggi anche sopra la Regione. E’ calato, dunque, il velo di ipocrisia nei tantissimi rappresentanti che cercano di fare da una parte gli ambientalisti alla Spezia e i filogovernativi a Roma.

Da parte mia e della mia maggioranza, siamo pronti a fare una battaglia contro il bruciare 3 milioni di metri cubi di gas al giorno nel Golfo dei Poeti, fermo restando che il Governo deve trovare una sede alternativa per il fabbisogno energetico nazionale, e credo che è possibile vincerla se la politica, tutta, anche quella filogovernativa, si compatterà sulla volontà del territorio e dei cittadini.

Ringrazio il Presidente Toti e tutti i consiglieri regionali che all’unanimità hanno votato l’ordine del giorno nel quale chiaramente si esprime la “ferma volontà della Regione di sostenere le posizioni recentemente assunte dal Sindaco della Spezia e dal Consiglio comunale di quella città, vale a dire di contrarietà nel proseguire la produzione di energia elettrica nel sito di Vallegrande, La Spezia, utilizzando fonti fossili: carbone e gas.


Pierluigi Peracchini
Sindaco della Spezia

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

 Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
Comune della Spezia

Piazza Europa, 1
19100 La Spezia

Tel. 0187 727 456 / 0187 727 457 / 0187 727 459
Fax 0187 727 458

www.comune.laspezia.it/

Ultimi da Comune della Spezia

Buon compleanno Spezia

Martedì, 31 Marzo 2020 14:18 comunicati-istituzioni
L'1 aprile 1343 segnò l'inizio della svolta per l'autonomia della città. Leggi tutto
Comune della Spezia
Peracchini: "In questo momento così difficile e drammatico a causa dell'emergenza coronavirus, la cultura non si ferma, nessuno dei nostri musei si ferma". Leggi tutto
Comune della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa