Santo Stefano, Insieme per voltare pagina: "Si permetta ai cittadini di raggiungere i campi da coltivare" In evidenza

"Siamo un popolo nato dalla terra e che ama la terra e molti non possono curarsi del loro piccolo orto perché non in prossimità dell'abitazione."

Venerdì, 10 Aprile 2020 11:53

Mercoledi 8 aprile abbiamo inoltrato istanza al Sindaco di Santo Stefano di Magra perchè autorizzi i cittadini che possiedono un pezzo di terra lontano da casa, ma nel territorio comunale, di potersi recare, nel rispetto delle prescrizioni sanitarie, a curare le coltivazioni. Siamo un popolo nato dalla terra e che ama la terra e molti non possono curarsi del loro piccolo orto perché non in prossimità dell'abitazione.

Il Sindaco ha giustamente risposto che non è nelle sue facoltà. Chiediamo che gli organi competenti autorizzino questa pratica perché importante, se non vitale, per molti nostri concittadini, sia a livello morale che economico. Confidiamo nelle istituzioni preposte, in primis il Prefetto.

Paola Lazzoni
Silvio Ratti
Insieme per voltare pagina, Santo Stefano di Magra

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(1 Voto)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Il parlamentare di Leu chiede anche di sbloccare la sua proposta di legge sullo scioglimento di tutte le organizzazioni neofasciste. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa