"Perchè un bando extra regionale per infermieri e OSS?" In evidenza

Italia Viva sostiene che prima si sarebbero dovute sanare le mobilità aperte all'interno della regione.

Giovedì, 30 Aprile 2020 15:35

 

“Riteniamo privo di ogni senso di responsabilità e di sensibilità nei confronti degli operatori sanitari liguri, che hanno affrontato con coraggio e abnegazione la fase più drammatica per il nostro Paese e il nostro territorio dell’emergenza Covid-19, la decisione di Asl5 di indire un bando per l’assunzione di 10 infermieri e 10 Oss extra regionali.

Sanno bene i nostri dirigenti che ci sono situazioni di mobilità aperte all’interno della regione, mai sanate, che ci sono operatori socio sanitari da stabilizzare e dunque ci chiediamo: perché non ricorrere prima alle mobilità e alle stabilizzazioni dei lavoratori degli appalti?

Ci pare un affronto inaccettabile, peggiorato dal fatto che la motivazione del bando adduce alle necessità di gestire l’emergenza Covid-19 ma il contratto a cui verranno sottoposti è a tempo indeterminato.
Comprendiamo dunque da parte di Asl l’impellenza di aumentare l’organico in dotazione, ciò che per noi resta incomprensibile è la strategia sempre tortuosa e mai a favore dei liguri di questa dirigenza.

Si pensi ai nostri lavoratori che quotidianamente vivono situazioni al limite della sopportazione, trasferitisti che, finito il turno, non hanno nemmeno nella notte, la possibilità di prendere un treno per tornare a casa e si vedono costretti a dormire in stazione.
Si pensi alle numerose richieste degli operatori di Coopservice che da due anni lottano e noi al loro fianco per vedere la loro situazione stabilizzata.
Non dimentichino gli appalti dei trasporti sanitari che altresì nessuno ha mai pensato di stabilizzare.
E infine perché non attingere dalle graduatorie del concorso che ha visto molti infermieri spezzini trasferirsi in Asl liguri diverse dalla nostra, quando avrebbero potuto lavorare in loco?

Qualcuno ci vuole dare spiegazioni?
Perché per noi questo è l’ennesimo gesto di completa incapacità organizzativa dei vertici della nostra azienda sanitaria, che sembra non conoscere i temi dell’impegno degli operatori sanitari e prendere decisioni senza alcuna strategia”.


Juri Michelucci Capo Gruppo Italia Viva Regione Liguria
Federica Pecunia Capo Gruppo Misto Italia Viva

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Italia Viva

"Non ha saputo organizzare un evento interamente dedicato alla città". Leggi tutto
Italia Viva
Il gruppo ribadisce la propria posizione nei confronti del sindaco e dell'amministrazione della Spezia. Leggi tutto
Italia Viva

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa