"Va azzerato il pedaggio sulla A12 per tutta la durata dei cantieri" In evidenza

La proposta del gruppo La Spezia Popolare: "Sospendere il pedaggio in tutta la provincia spezzina. Quattro i cantieri nella tratta compresa tra Sestri Levante, Deiva, Carrodano e Brugnato".

Martedì, 09 Giugno 2020 14:46

Il Gruppo di La Spezia Popolare in Consiglio provinciale presenta un ordine del giorno. Il Consigliere e Sindaco di Carro Antonio Solari: "Bene la messa in sicurezza di viadotti e gallerie ma il pedaggio va azzerato per tutta la durata dei cantieri"

"La sicurezza è e rimane certamente l'obiettivo primario ma è indispensabile accelerare i lavori e, come è stato fatto nella tratta genovese della A12, occorre venire incontro ai disagi degli utenti con la sospensione del pedaggio in tutta la provincia spezzina fino alla conclusione degli interventi – annunciano i Consiglieri Francesco Ponzanelli, Antonio Solari e Claudia Gianstefani – in questo momento sono ben quattro i cantieri che interessano entrambi i sensi di marcia nella tratta compresa tra Sestri Levante, Deiva, Carrodano e Brugnato con una durata di almeno un paio di mesi".

"Con la fine dell'emergenza sanitaria e la ripresa delle attività lavorative i disagi e le code sono nuovamente protagonisti – spiega il Consigliere e Sindaco di Carro Antonio Solari – ho già ricevuto diverse sollecitazioni da parte di utenti e lavoratori che si spostano su questa tratta e, considerato che il pedaggio è tra i più cari della Liguria, occorre un'iniziativa analoga a quella intrapresa dalla Soc. Autostrade sulla tratta genovese della A 12".

"Dobbiamo garantire una reale e concreta ripartenza della nostra economia – continuano i Consiglieri popolari – e in questo quadro la nostra autostrada è strategica sia per la costa che per le aree interne come la Val di Vara. Il Presidente Toti nelle settimane scorse ha avuto un confronto con SALT per fare il punto sulla situazione a seguito del crollo del ponte di Albiano Magra, che indubbiamente ha creato grossi disagi alla Val di Magra. Dopo 50 giorni le macerie sono ancora lì e dal Governo solo discorsi e promesse. Regione Liguria e Provincia di La Spezia avevano dato fin da subito la disponibilità a farsi carico della ricostruzione ma la risposta è stata una porta chiusa in faccia".

"Regione e Provincia non possono sempre farsi carico delle mancanze di un Governo che scarica sui territori le proprie responsabilità – concludono Ponzanelli, Solari e Gianstefani – urge un ulteriore confronto per sospendere il pedaggio fino al termine dei cantieri. Sul tema abbiamo presentato un ordine del giorno per il prossimo Consiglio affinché si solleciti lo Stato ad intervenire sul concessionario"

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da La Spezia Popolare

La richiesta è quella di evitare out out ed elementi divisivi cercando, al contrario, di puntare sui valori che uniscono la coalizione. Leggi tutto
La Spezia Popolare
"Unica realtà civica presente in Consiglio". Leggi tutto
La Spezia Popolare

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa