Infrastrutture, Rixi: "I ritardi sono responsabilità di questo Governo" In evidenza

La Lega sottolinea anche il silenzio dei parlamentari liguri della maggioranza.

Martedì, 21 Luglio 2020 17:18
Rixi alla manifestazione a Genova Rixi alla manifestazione a Genova Foto da FB Edoardo Rixi

“I lavori per il riavvio del nodo ferroviario di Genova sarebbero potuti partire un anno fa, quando è stato approvato, con la Lega al governo, la legge Sblocca Cantieri, rimasta lettera morta per un anno dall’insediamento del nuovo esecutivo. Oggi il ministro De Micheli è venuto a Genova a festeggiare la partenza dei lavori, ma non ci vediamo proprio nulla da festeggiare con autostrade ancora in tilt, associazioni economiche e operatori portuali, commercianti, balneari in piazza contro l’isolamento e le code che devono subire ogni giorno perché il ministero delle Infrastrutture non ha saputo programmare i lavori: se il piano manutenzioni delle gallerie, come ha detto il ministro, era pronto a gennaio, perché non ha imposto ad Aspi che i cantieri fossero aperti in lockdown? E poi: cosa aspetta a sbloccare i lavori per la realizzazione della Gronda visto che anche il suo candidato in Regione si dice favorevole oggi?" Lo dichiara il deputato della Lega e responsabile nazionale Infrastrutture Edoardo Rixi, che oggi ha partecipato alla manifestazione Salviamo Genova, Salviamo la Liguria, indetta da 25 sigle datoriali e sindacati per protestare contro il caos autostradale.

Prosegue Rixi: "La Lega oggi in Senato ha presentato una mozione perché fosse fatta chiarezza su chi pagherà i danni economici e le opere compensative con l’entrata di Cdp in Autostrade. Dai banchi dei parlamentari liguri di Pd, Iv e 5S è calato il silenzio e nessuna voce si è levata nel chiedere al governo la realizzazione di quelle opere come la Gronda, il tunnel della Valfontanabuona e la diga di Genova, necessarie per lo sviluppo della Liguria e di tutto il Nord Ovest”.


Sul silenzio dei parlamentari liguri di maggioranza interviene anche il senatore della Lega Francesco Bruzzone: “Il vergognoso silenzio dei senatori liguri di 5Stelle, Pd e Iv sulla situazione infrastrutturale della nostra regione peserà sulle loro coscienze. La mancata realizzazione della Gronda, i continui tentennamenti e le indecisioni del Governo su strade e autostrade di competenza statale ricadono quotidianamente sui nostri concittadini, sulle nostre imprese, sul nostro turismo : con che coraggio voltate la testa dall’altra parte solo per salvaguardare la poltrona? La stessa linea del governo - quella di non fare assolutamente nulla - è sostenuta dal candidato alla presidenza della regione Pd-5S. La Liguria ha bisogno di più opere, più manutenzioni, più efficienza da parte dello Stato e non merita questo lassismo”.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Lega per Salvini Premier

Il ministro dovrebbe evitare confusi attacchi dai suoi profili social Leggi tutto
Lega per Salvini Premier
Il deputato e Commissario della Lega per la provincia della Spezia Lorenzo Viviani: "Sono sicuro che farà valere le sue capacità anche in questa nuova avventura per il bene del… Leggi tutto
Lega per Salvini Premier

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa