Stampa questa pagina

"A Spezia i pescherecci suonano le sirene per chiedere la liberazione dei colleghi sequestrati in Libia"

"Questa mattina tutte la marinerie italiane si sono fermate per un minuto e hanno fatto suonare le sirene delle imbarcazioni"

Sabato, 05 Dicembre 2020 15:11

"Anche alla Spezia e in tutta Italia, da Ventimiglia alla Sicilia arrivando a Trieste, questa mattina tutte la marinerie italiane si sono fermate per un minuto e hanno fatto suonare le sirene delle imbarcazioni per esprimere la loro vicinanza ai colleghi di Mazara del Vallo, sequestrati e prigionieri da 96 giorni in Libia. L'iniziativa di solidarietà, a cui hanno aderito pescatori di tutto il Paese, è stata trasmessa in diretta sui social network con il collegamento del leader della Lega Matteo Salvini. Il gesto simbolico ha l'obiettivo di far passare un messaggio chiaro: i lavoratori sequestrati devono tornare subito a casa".

Lo afferma in una nota il deputato della Lega Lorenzo Viviani, che ha promosso l'iniziativa e ringrazia le marinerie per la loro solidarietà.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Lega per Salvini Premier

Jacopo Ruggia e Carlo Tangerini (Lega): "Il Comune sarebbedovuto intervenire già da parecchio tempo". Leggi tutto
Lega per Salvini Premier

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa