"Il Parco Magra contro il digestore: è area ZSC" In evidenza

Gli ambientalisti chiedono un intervento più deciso per bloccare il progetto.

Giovedì, 17 Dicembre 2020 13:40

"Una nuova istanza d’intervento urgente per bloccare l’iter del progetto di digestore da 90.000 tonnellate di rifiuti organici a Saliceti è stata inviata dai comitati No Biodigestore Saliceti, Sarzana, che botta! e Acqua Bene Comune e dalle associazioni Italia Nostra e Cittadinanzattiva al ministro dell’ambiente Sergio Costa e al sottosegretario Roberto Morassut", così in una nota il comitato "Sarzana, che botta!".

"Dopo la porta in faccia sbattuta dal presidente della Regione Giovanni Toti alla lettera dai toni cordiali del ministro, che richiamava ai principi di leale collaborazione istituzionale sanciti dalla legge, e la conclusione - il giorno successivo - della Conferenza dei servizi con il benestare al progetto di Iren/Recos, i movimenti ambientalisti chiedono un intervento più deciso per bloccare il progetto e rispondere allo sgarbo istituzionale.

Chiedono cioè al ministro di rispondere alla protervia del presidente Toti e di procedere senza ulteriori indugi alla diffida alla Regione Liguria a non dare seguito alle conclusioni della Conferenza dei servizi. Chiedono inoltre di predisporre l’ordinanza cautelare per adottare “le necessarie misure provvisorie di salvaguardia” a tutela delle acque secondo le direttive europee, tutte ispirate ai principi di precauzione e prevenzione dei rischi, e della salute e al rispetto della legislazione vigente in materia di pianificazione della gestione dei rifiuti e in materia di VAS.

Comitati e associazioni richiamano anche una loro denuncia inoltrata al ministro il 25 novembre che segnalava anche la violazione del decreto Galasso sulla distanza di rispetto di 150 d’impianti dagli alvei del fiume. Il digestore a Saliceti dovrebbe sorgere a 75 metri dall’alveo del Magra. La diffida e l’ordinanza cautelare sono – come ha provocatoriamete ricordato la senatrice della Lega Stefania Pucciarelli, lamentando il ritardo nell’intervento– nei poteri del ministro in base alla legge 34 del 1986, che istituì il ministero quando ricorrono gravi violazioni di normative europee.

E allora i movimenti ambientalisti forniscono un’altra carta al ministro Costa: il Contributo istruttorio del Parco regionale Magra Montemarcello all’inchiesta di VIA sul progetto. Il “Contributo” inviato dal Parco il 25 giugno 2019 non figurava tra le carte della Conferenza dei servizi. Il direttore del Parco Antonio Perfetti ricorda che si continua a parlare di “SIC” (Sito d’interesse comunitario) quando si deve parlare di ZSC (Zona Speciale di Conservazione) secondo la normativa europea, perché sono state assunte le Misure di Conservazione a tutela dell’habitat particolarmente ricco di flora e di fauna (uccelli e anfibi protetti).

Le “Misure” richiamano le norme di Natura 2000 emanate col Decreto del Presidente della Repubblica 357 del 1997. Tra gli interventi non ammessi nelle aree ZSC sono “l’apertura di nuove discariche e degli impianti di trattamento e smaltimento di fanghi e rifiuti”.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
Comitato Sarzana, che Botta!

Via XX Settembre, 51
19038 Sarzana SP

Tel. 338 1585006

E-mail: sarzanachebotta@gmail.com

www.sarzanachebotta.org

Ultimi da Comitato Sarzana, che Botta!

La presa di posizione dei Comitati e delle Associazioni che si oppongono alla realizzazione del biodigestore a Saliceti. Leggi tutto
Comitato Sarzana, che Botta!
Secondo i Comitati che si oppongono alla realizzazione dell'opera ci sarebbero carenze nella valutazione dei rischi idrogeologico, sismico e nella protezione della biodiversità. Leggi tutto
Comitato Sarzana, che Botta!

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa