"Anche per il biodigestore la destra scarica la colpa sul Governo"

Il commento di Articolo Uno alle parole della senatrice della Lega Stefania Pucciarelli.

Venerdì, 18 Dicembre 2020 14:04
Il Ministro dell'Ambiente Sergio Costa Il Ministro dell'Ambiente Sergio Costa

Ed eccoci arrivati ad un altro appuntamento col teatro dell'assurdo. Stefania Pucciarelli, senatrice santostefanese in quota Lega, ha deciso che la colpa del biodigestore di Saliceti è del ministro dell'ambiente che non ha fatto rispettare le normative europee sull'ambiente.

 

Da anni diciamo che questo biodigestore non rispetta le regole ed ora lo ammette anche la parlamentare che, con uno slalom, ha superato dubbi che sembravano anche suoi quando in campagna elettorale diceva che il tema della tutela dell'acqua andava approfondito. La giunta regionale ha violato la legge europea, il piano provinciale dei rifiuti e le norme urbanistiche di Vezzano Ligure negando ogni rischio nel fare il biodigestore, la senatrice con tutela ambientale variabile a chi dà la colpa? Non alla giunta regionale che fregandosene del parere del ministro procede con Peracchini come un Caterpillar, bensì la colpa per lei sarebbe del governo.

Il cosiddetto "lavoro sotto traccia" che la senatrice aveva promesso sul problema a tutela dell'ambiente, per prendere qualche voto, viene cancellato e l'esponente della Lega fa finta di non sapere di aver prodotto i frutti promessi. Anzi ora svela il suo vero pensiero. Infatti vede le magagne di un progetto sbagliato in partenza, non condiviso con la popolazione ed illegale (a detta della stessa senatrice).

Siamo stanchi di questi organi decisionali che fanno errori a non finire e poi tentano di scaricare il barile sull'esecutivo nazionale, come capro espiatorio in ogni singola occasione. Toti, Peracchini e la senatrice si prendano le loro responsabilità e sappiano che come ArticoloUno siamo e saremo al fianco dei cittadini e delle azioni di ricorso legale e politico che i comuni vorranno fare per impedire questo scempio. Un vero disastro pericoloso per l'ambiente che come spesso accade nelle scelte della destra vede mettere affari prima della salute .

"La diffida e l'ordinanza cautelare sono – come ha provocatoriamete ricordato la senatrice della Lega Stefania Pucciarelli, lamentando il ritardo nell'intervento– nei poteri del ministro in base alla legge 34 del 1986, che istituì il ministero quando ricorrono gravi violazioni di normative europee" - Fonte Gazzetta della Spezia).


Coordinamento provinciale di ArticoloUno
La Spezia

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Articolo Uno MDP

Il coordinamento provinciale di Articolo Uno interviene nuovamente sul tema dell'ospedale e della sanità Leggi tutto
Articolo Uno MDP
"Accordo Lsct-Porto: ennesimo annuncio". Leggi tutto
Articolo Uno MDP

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa