Un presidio contro la "svendita" di Porto Venere

Si va verso la privatizzazione di altri due beni pubblici.

Lunedì, 21 Dicembre 2020 10:22
Porto Venere Porto Venere


Il comune di Porto Venere, dopo aver messo in pericolo la Palmaria, con un costoso quanto inutile masterplan che punta a privatizzare l'isola, lasciandola nel frattempo in un degrado deplorevole per i suoi abitanti e per i visitatori, ora vuole svendere altri gioielli pubblici come l'ex Ostello e perfino un pezzo di piazza Spallanzani, nota come piazza S.Pietro.

Possibile che la sovrintendenza non abbia nulla da eccepire?

I cittadini di Porto Venere si, loro hanno molto da eccepire e per questo stanno organizzando per martedi 22 dicembre alle ore 18 un presidio di protesta davanti al comune (nel rispetto delle norme anticovid).

Occorre far sentire la nostra voce contro queste sciagurate scelte di privatizzazione di beni pubblici da parte di un Sindaco sempre più assente dal suo ruolo, visto che fa lo scudiero di Toti, ma presente per fare scelte sbagliate come queste.

Come Articolo Uno siamo e saremo a fianco dei cittadini in questa giusta protesta.


Il coordinamento provinciale di ArticoloUno La Spezia

 

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Articolo Uno MDP

Il coordinamento provinciale di Articolo Uno interviene nuovamente sul tema dell'ospedale e della sanità Leggi tutto
Articolo Uno MDP
"Accordo Lsct-Porto: ennesimo annuncio". Leggi tutto
Articolo Uno MDP

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa