"Così è ridotta l'area di fianco all'ospedale San Bartolomeo, Cavagnaro faccia qualcosa"

I due esponenti sarzanesi di Italia Viva Raschi e Destri chiedono l'audizione in commissione comunale del neodirettore generale dell'Asl.

Domenica, 07 Febbraio 2021 17:34

Italia Viva ritiene necessario che quanto prima sia ascoltato in audizione in consiglio comunale o in alternativa in sede di commissione servizi alla persona il neodirettore generale dell'Asl5 Paolo Cavagnaro.

"A breve andrà in discussione nel consiglio comunale un ordine del giorno proprio in materia di sanità - dice il capogruppo di Italia Viva Umberto Raschi - per questo ho ritenuto di inviare una formale richiesta al presidente del consiglio comunale Rampi affinché convochi proprio in quell'occasione il nuovo direttore generale che ha già dimostrato sensibilità e disponibilità sui temi di sua competenza partecipando ad una simile iniziativa nel Comune della Spezia".

Proseguono i due rappresentanti di Italia Viva: "L'emergenza Covid, il piano di vaccinazione, la questione dell'assunzione dei 158 Oss, e ancora la realizzazione del nuovo ospedale del Felettino, nonché la ripresa dell'attività ospedaliera di programmazione, gli interventi di medicina territoriale, sono tutti i temi urgenti che accomunano tutta l'azienda. Oltretutto in un momento dove si prefigura l'opportunità di avere a disposizione importanti risorse provenienti dall'UE da impiegare nella sanità per affrontare e risolvere tante annose questioni".

"Per quanto riguarda Sarzana, auspichiamo un definitivo chiarimento sulla sorte del San Bartolomeo. Vorremmo una volte per tutte avere la certezza che ne sia definito il ruolo strategico e la vocazione di una struttura che noi riconosciamo indispensabile nell'ottica di integrazione della rete ospedaliera provinciale. C'è anche un'altra questione impellente: la struttura adiacente al nosocomio; ne va chiarita la destinazione - forse ospedale di prossimità, RSA, hospice e via dicendo - tutte finalità che in questi anni abbiamo sentito pronunciare tra un fallimento e l'altro delle varie imprese interessate. Nel frattempo però rivolgiamo a Lei, dott. Cavagnaro, un accorato appello affinché venga ripristinata una condizione di decoro e igiene di quell'area che è ormai uno scempio, abbandonata e abusata, utilizzata come dormitorio di fortuna e addirittura ogni giorno con le luci accese all'interno. Forse con l'arrivo della stagione più calda non svolgerà più una simile funzione "sociale" ma non si può andare avanti cosi".

Umberto Raschi, capogruppo in consiglio comunale di Italia Viva
Giovanni Destri, coordinare di Italia Viva Sarzana

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Italia Viva

Il gruppo ribadisce la propria posizione nei confronti del sindaco e dell'amministrazione della Spezia. Leggi tutto
Italia Viva
Secondo la Consigliera comunale di Italia Viva i risultati di oggi sono il frutto di scelte fatte dalla passata amministrazione. Leggi tutto
Italia Viva

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa