"Sarzanello: dallo splendore al torpore. Esempio di periferia maltrattata"

La nota di Italia Viva.

Lunedì, 22 Febbraio 2021 12:26

Davanti agli occhi di molti cittadini sarzanesi che vivono o frequentano per motivi diversi le periferie della città appare uno stato veramente di grande degrado delle stesse zone. Oggi il coordinamento di I.V. pone lo sguardo su una di queste zone: il quartiere di Sarzanello più volte in questi ultimi tempi oggetto da parte del nostro consigliere Raschi di interrogzioni che non hanno avuto soddisfacenti risposte e alle quali non ha fatto seguito alcun intervento pratico. Oggi leggiamo molto dello stato di abbondano dell'area verde, anni fa punto davvero di riferimento per molti abitanti e non solo di quel quartiere.

Situazione davvero critica e triste ma che non è il solo punto negativo. Per molti anni l'area ,e fino a circa 5 anni fa, era gestita in maniera non spettacolare ma almeno decente e con molta fatica e sacrificio con le poche risorse a disposizione, dal locale circolo Arci che riusciva anche ad organizzare le uniche manifestazioni eative davvero attrattive per Sarzanello (falò.. sagre...teatro). Poi per qualche anno la fruizione continuò con sempre più affanno anche sotto la gestione di un privato tramite convenzione con l'A.C. dopo bando pubblico.

Da quando però da circa un anno è tornata, prima della scadenza convezione con il ritiro del privato , alla gestione comunale è iniziato un lento peggioramento che ha portato allo stato attuale, quasi di abbondono. Ad onore del vero l'a.c. ha provveduto all'intervento sui giochi sostituendo i vecchi e pericolosi con dei nuovi che fanno ancora la gioia di bambini nelle giornate soleggiate quando possibile purtroppo poco, anche per la pandemia in corso.

Ciò però non può essere sufficiente, occorre al più presto un massiccio intervento pubblico o privato che sia, sulla intera area.

L' opera per ora insostituibile di pochi volontari ai quali va tutto il nostro ringraziamento, che attenzionano almeno il campetto da gioco intitolato ad un grande uomo, non può continuare all'infinito.
Allora chiediamo all' A.C. di attivarsi in ogni modo perchè qualcuno al più presto si faccia carico di questa situazione e si adoperi per far tornare a splendere questo polmone verde in un quartiere sempre piu urbanizzato. Ma quello dell'area Baruzzo Esperio non è il solo punto critico del quartiere. Guardate la gruviera del manto stradale di Via Sarzanello , oppure i rallentatori divelti tre anni fa e mai più ripristinati. O quelli che erano stati promessi ma mai visti, in quell'unica assemblea pubblica fino ad ora svolta più di un anno fa.


Guardate il ponticello sul Gonfiatelli (via castellana) che ad oggi sono ben 485 giorni che è stato messo in sicurezza? con un intervento provvisorio che ogni giorno lo rende sempre più pericoloso.
Per non parlare della scarsa illuminazione e della poca attenzione alla pulizia, criticità che cmque sono comuni a tutti i quartieri periferici. Italia Viva si rivolge a voi Amministratori Sindaco ed Assessori - sappiamo che siete restii a convocare assemblee, comprendiamo nello stesso tempo lo stato davvero triste e complesso dato dalla crisi pandemica, ma avete tutti possibilità pressoché quotidiane di percorrere le strade periferiche e di vedere con i vostri occhi ,e per questo auspichiamo che c sia molta più attenzione di quella data fino ad ora. Non solo risposte evasive come quelle date al consigliere Raschi che vi rendono pochi credibili.

 

Giovanni  Destri, Italia Viva Sarzana

 

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Italia Viva

Italia Viva La Spezia: "Perché le vaccinazioni degli insegnanti partono così tardi in Liguria rispetto alle altre regioni?" Leggi tutto
Italia Viva
Il commento di Antonella Franciosi di Italia Viva. Leggi tutto
Italia Viva

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa