Porti, Paita (IV): "Poste condizioni per rilancio del settore" In evidenza

La nota della presidente della Commissione Trasporti alla Camera Raffaella Paita.

Giovedì, 22 Aprile 2021 20:00
Raffaella Paita Raffaella Paita

"Per Il mondo dei porti italiani oggi due notizie importanti: da un lato, le risorse previste nell'ambito del Recovery Fund per l'attivazione dello sportello unico doganale; dall'altro, l'approvazione di una nostra risoluzione sulla semplificazione dei dragaggi portuali", così la presidente della Commissione Trasporti alla Camera Raffaella Paita.

"I fondi europei permetteranno, innanzitutto, di implementare finalmente la riforma necessaria a semplificare e rendere più spedite le procedure di controllo doganale".

"L'approvazione della risoluzione di Italia Viva, a mia firma insieme a Luciano Nobili e Silvia Fregolent, impegna poi il governo a migliorare la competitività e l'attrattività dei porti italiani, coordinando in modo efficace gli investimenti e le scelte strategiche dei sistemi portuali; a rafforzare e consolidare gli investimenti per i collegamenti ferroviari di ultimo miglio con le aree portuali nonché per l'adeguamento della rete ferroviaria".

"A rendere più chiara e semplice la disciplina del conferimento in mare dei sedimenti provenienti da dragaggio, indicando il volume massimo immergibile e l'estensione del fondale individuato per lo sversamento; a superare le criticità emerse durante il lavoro dell'Osservatorio 'esperto' Nazionale e semplificare le operazioni di dragaggio, attraverso la redazione di appositi protocolli metodologici di esecuzione delle prove di caratterizzazione dei sedimenti, che prevedano l'effettuazione delle stesse per la parte ecotossicologica, su organismi biologici autoctoni, provenienti da ambiti quanto più possibile prossimi a quelli ove si realizzeranno le opere che necessitano della caratterizzazione".

"A valutare l'opportunità di modificare il 'Codice dell'ambiente' nella direzione di una maggiore efficacia e semplificazione delle verifiche eco-tossicologiche salvaguardando contestualmente le matrici ambientali e le esigenze del sistema portuale. In altre parole, il governo si è impegnato a realizzare un'altra, importante parte del Piano Shock di Italia Viva. Sono due notizie significative perché pongono le condizioni per il rilancio di un settore fondamentale per l'economia del nostro Paese".

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Italia Viva

Raffaella Paita (IV): "È venuto il momento di trovare finalmente una soluzione convincente a un problema che crea infiniti disagi cittadini e danni economici". Leggi tutto
Italia Viva
Il commento del Coordinamento di Sarzana di Italia Viva Leggi tutto
Italia Viva

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa