Stampa questa pagina

Letta a Sarzana per l'inaugurazione della nuova sede del PD: "Il partito ancora tra i cittadini" In evidenza

di Alessio Boi – Il segretario nazionale a Sarzana il giorno del centenario dai Fatti del 21 luglio: "Se tutta italia fosse stata come la popolazione sarzanese non avremmo avuto il fascismo".

Mercoledì, 21 Luglio 2021 20:00

Oggi, 21 luglio 2021, è una giornata storica per la popolazione sarzanese poiché è il centenario dalla difesa della città dai fascisti: la popolazione sarzanese e i Carabinieri, comandati dall'ufficiale Guido Jurgens, quando Sarzana era sotto l'amministrazione del sindaco Pietro Arnaldo Terzi, riuscirono attraverso diversi scontri armati a cacciare gli squadristi. Quale miglior momento per invitare il segretario del Partito Democratico Enrico Letta che, da pisano, ha sempre considerato il piccolo borgo come un punto nevralgico della Val di Magra e, non troppo distante, conosce bene la storia di quanto è accaduto 100 anni fa.

Quindi tra un impegno e l'altro, il segretario ha voluto convintamente partecipare all'inaugurazione della nuova sede del Partito Democratico di Sarzana in piazza Matteotti, nella data che cade in concomitanza con questa importante ricorrenza. Il PD torna in una delle piazze più simboliche e conosciute della città, con una sede di nuovo disponibile per la popolazione, per i simpatizzanti e per chiunque voglia entrare in contatto con la politica dei Dem.

Quindi, alla presenza di molte cariche istituzionali e partitiche di tutta la Val di Magra, Val di Vara e Cinque Terre, il segretario Letta è intervenuto ricordando l'impresa degli antenati sarzanesi per mantenere la città libera dagli squadristi e spendendo due parole sulla politica del PD a livello nazionale e locale. "Ho tenuto molto alla mia presenza qui oggi, nonostante i diversi appuntamenti che mi tengono impegnato perché stiamo lanciando le "Agorà Democratiche" un progetto di partecipazione politica".

"Sono diverse le tematiche che stiamo affrontando a livello nazionale, come il futuro del nostro pianeta: servono politiche di sostenibilità e bisogna agire il prima possibile"- prosegue - "Per me Sarzana è un punto di riferimento della storia e oggi è una giornata bellissima: in primo luogo il Partito Democratico apre una nuova sede in una piazza e torna senza paura a stare tra la gente. Inoltre conosciamo il significato di questa data: dobbiamo rifarci alla memoria di quanto è accaduto 100 anni fa e se tutta Italia avesse fatto come Sarzana non avremmo avuto il Fascismo. Lanciamo oggi un messaggio di grande forza: la popolazione, il comandante Jurgens e il sindaco Terzi hanno fatto la storia e sono stati in grado di applicare la legge, ma anche oggi bisogna fare la stessa cosa: ognuno di noi deve fare il proprio dovere ed essere un bravo cittadino, e oggi essere bravi cittadini vuol dire vaccinarsi - e conclude – al governo chiedo misure giuste, ma non punitive".

Prima dell'intervento del segretario, a cui è seguito il taglio del nastro per inaugurare la nuova sede, sono intervenuti il segretario del PD di Sarzana Rosolino Vico Ricci, il vice segretario Francesca Castagna, il segretario provinciale neo eletto Iacopo Montefiori e la segretaria del Giovani Democratici di Sarzana Maria Bianchini.

Enrico Letta ha incontrato, prima di intervenire, Bruno Segre, avvocato di 103 anni che lo scorso maggio ha ricevuto l'onorificenza civica per i fatti del XXI Luglio 1921.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Il commento di mister Thiago Motta dopo la vittoria contro il Venezia. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa