"Veneziani e Maglie: questi sono gli intellettuali di riferimento dell'Amministrazione sarzanese"

Le osservazioni dell'esponente del PD Paolo Bufano.

Venerdì, 22 Ottobre 2021 11:59
Maria Giovanna Maglie Maria Giovanna Maglie Foto da FB Maria Giovanna Maglie
Prosegue il ciclo di iniziative pubbliche allestito dalla responsabile cittadina della Cultura, la Sindaca Ponzanelli.
L'ultima volta ci è stata propinata la nazionalistica lettura dell figura di Dante fatta da Marcello Veneziani, ex giovane missino orgoglioso "di non essersi mai rimangiato nulla", che dà "un giudizio storico sul fascismo e l’antifascismo molto diverso dalla vulgata dominante, dalla storiografia ufficiale, dal potere culturale vigente", che vuole "restituire onore ai vinti perché lo meritano" e che definisce l'antifascismo "un modo vile per colpire chi la pensa diversamente".

Domani invece sarà Maria Giovanna Maglie ad intrattenere i Sarzanesi sui temi di attualità (covid e Afghanistan) insieme alla Senatrice Pucciarelli.
Ex giornalista, la Maglie è rinomata per le sue prese di posizione illuminate ed edificanti delle quali - per gli sventurati che non troveranno posto in sala consiliare - raccogliamo una piccola antologia virgolettata: "Durante il Covid la Costituzione è finita nel cesso e i virologi sono i nuovi dittatori”. "Il centrodestra ha perso le elezioni perché si è dimostrato ambiguo rispetto alla sacrosanta battaglia contro il green pass obbligatorio".
"La vittoria di Gualtieri a Roma conferma che il radical chic nel mondo avanza nelle grandi città governate da personaggi allucinanti come New York, Londra, Parigi con la sola eccezione di Madrid e ora si è unita anche Roma”. "La Lamorgese è un pessimo ministro" (chissà cosa ne penserà la viceministro corelatrice al suo fianco). "Il femminismo mi fa orrore". "E anche Mahmood che ha vinto il festival di Sanremo". Ma non va meglio a Greta Thunberg ("se non fosse malata la metterei sotto con la macchina").
"Non credo al riscaldamento globale, e odio l’ecologismo talebano e radical chic perché è peloso e ipocrita".
"Sono trumpiana", "penso che l’Ue stia distruggendo le realtà nazionali e che non abbia portato nessun vantaggio all’Italia. E l’euro? Peggio me sento. L’euro ci ha rovinati". Ed infine - con uno strabiliante ossimoro - si definisce una "atea ratzingeriana".

Questi sono gli intellettuali di riferimento dell'Amministrazione di destra sarzanese, chiamati a catechizzarci da una Sindaca/Assessore alla Cultura della quale non è chiaro se sia in totale sintonia ideale con i suoi partners sovranisti e nostalgici, oppure in soggezione verso di loro oppure ancora se proprio non si renda conto...

Paolo Bufano
PD Sarzana

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(1 Voto)
...

Ultimi da Partito Democratico

Per sviluppare proposte e progetti comuni. Leggi tutto
Partito Democratico
La nota della Conferenza provinciale Democratiche La Spezia e del Coordinamento provinciale PD La Spezia. Leggi tutto
Partito Democratico

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa