Pucciarelli (Lega): "CIE sono indispensabili per la salvaguardia degli italiani"

"Ogni giorno nella cronaca Nazionale e locale si legge del disagio economico che gli Italiani stanno attraversando sia per l'alta percentuale di disoccupazione che ha raggiunto livelli stratosferici, sia per l'eccessivo costo della vita che sta creando sempre più indigenti tra la nostra gente". Così Stefania Pucciarelli, segretario provinciale Lega Nord.

Lunedì, 03 Febbraio 2014 17:17
"Nelle testate locali - prosegue - vediamo aziende che chiudono, come il caso "Risparmio casa",con dodici dipendenti licenziati dalla sera alla mattina,i 40 dipendenti della San Giorgio rimasti da anni senza lavoro e che hanno visto la fine degli ammortizzatori sociali a dicembre 2013, oppure quei lavoratori che non hanno ancora ricevuto le mensilita' di maggio e giugno 2013 perche' la Regione Liguria non ha ancora provveduto al saldo dei pagamenti della cassa integrazione in deroga all'Inps, quella stessa Regione Liguria però cosi' puntuale nel riconoscere i bonus economici ai dirigenti Asl. Leggiamo di famiglie come quella di Celeste che hanno il capofamiglia disoccupato,lo sfratto esecutivo , che si rivolgono al Sindaco richiedendo quell'alloggio che permetterebbe di non vedere diviso il loro nucleo. Quello che mi indigna è non vedere una difesa a spada tratta per i diritti di questi concittadini da parte della Cgil ,Sindacato che ha ben pensato di aprire una sede a Tunisi per informare ed aiutare le migrazione dei Nord Africani verso l'Italia. Lo stesso Sindacato che ha organizzato un convegno a La Spezia contro la Bossi-Fini, conto i CIE, auspicando l'abolizione del reato di clandestinità , con accuse di indifferenza verso il fenomeno dell'immigrazione. Forse si sono dimenticati lo scopo dei Cie,dove la permanenza è finalizzata all'identificazione ed eventuale espulsione degli irregolari a garanzia della sicurezza degli Italiani. I Cie garantiscono assistenza sanitaria,psico-sociale, mediazione socio-culturare e assistenza alla persona con vitto,alloggio e fornitura effetti personali. Quello che non garantiscono è la tutela della salute del personale di Polizia destinato alla sorveglianza dei centri che il piu' delle volte non è adeguatamente informato sulle patologie degli ospiti presenti. Lo sfruttamento degli immigrati e il fenomeno del caporalato sono la conseguenza di una cattiva gestione dei flussi,della scellerata politica delle frontiere aperte a tutti senza che la nostra Nazione possa oggettivamente offrire loro lavoro quando non ce n'è per i nostri giovani. L'applicazione della Bossi-Fini e l'allargamento dei trattati con i paesi di origine ,farebbe arrivare sul nostro territorio chi effettivamente puo' essere assorbito dal tessuto lavorativo. Non è piu' accettabile che il falso buonismo scarichi questi problemi sul nostro sociale già in crisi,andando anche a collassare il sistema sanitario già in bilico. Non è serio alimentare false speranze a chi magari spera in un futuro migliore ,quando noi come nazione non riusciamo a garantire nemmeno il presente per i gli Italiani. Questa non è indifferenza o razzismo ma buonsenso!".

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Lega per Salvini Premier

Dopo la dura reazione della Federazione dei medici di famiglia. Leggi tutto
Lega per Salvini Premier
La nota del capogruppo della Lega a Vezzano Jacopo Ruggia. Leggi tutto
Lega per Salvini Premier

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa