Sarzana, il PD: "Impegno coraggioso dell'amministrazione per fisco più equo"

"Appare evidente come la programmazione economica del nostro Comune risente, al pari delle altre realtà territoriali, della congiuntura economica nazionale, la quale, faticando ad attenuarsi determina diffusi fenomeni di riduzione delle entrate tributarie e di evasione delle nonché una sempre più frequente richiesta di assistenza da parte di cittadini in gravi difficoltà. Il tutto è poi strettamente legato a nuovi e sempre più stringenti obblighi di contenimento della spesa imposti dal legislatore".

Venerdì, 12 Settembre 2014 17:09
Lo dichiarano congiuntamente Damiano Lorenzini (foto), capogruppo Pd nel consiglio comunale di Sarzana, e Giovanni Destri, segretario Pd sarzanese. "A riflessi in sede di programmazione aventi una dimensione nazionale - prosegue la nota - si affiancano esigenze di spesa alle quali non possiamo più sottrarci e che saremmo costretti ad onorare per un importo consistente per circa 2.5 mln di euro: i lavori di completamento della caserma dei Vigili del Fuoco; le cause legali perse; l'acquisizione delle aree delle Ferrovie nell'ambito del progetto di via Muccini.

Riguardo al consistente dibattito sviluppatosi fra i sarzanesi a seguito dei nuovi bollettini che in questi ultimi giorni si sono visti recapitare ci premeva fornire qualche pratico elemento di riflessione circa la formazione del costo di suddette tasse, in particolare sulla TARI. In merito alla TARI ovvero la tassa sui rifiuti si è reso necessario tenere di conto di 2 vincoli essenziali in sede di definizione delle aliquote: il primo attiene all'obbligo di caricare l'intero costo del servizio (raccolta, spazzamento, smaltimento ecc.) impedendo perciò che il Comune stesso, come avveniva in passato, si facesse carico di una parte di tale costo; il secondo attiene alle modalità di calcolo stesse del tributo legate al n° di componenti del nucleo familiare sulla scorta del principio comunitario del "chi inquina paga". Appare pertanto evidente come i margini di manovra fossero davvero stretti. Per gli aspetti di competenza comunale si è ritenuto opportuno: prevedere un coefficiente comunale al minimo da quanto disposto dalla legge; stanziare 90.000€ da destinare alle famiglie in difficoltà.

Per ciò che concerne la TASI, ovvero il Tributo sui servizi indivisibili, regolamentato dalla Legge 68/2014 e legato al possesso di abitazioni si è decisa una detrazione di 70€ per le prime case con rendita catastale inferiore a 750 €, segnale di attenzione per le famiglie in difficoltà. Per quanto riguarda l'IMU si è deciso di venire incontro alle famiglie che concedono a titolo gratuito la casa ai propri figli prevedendo una riduzione dell'aliquota di 2.6 punti rispetto al passato, esigenza diffusa fra molte famiglie. Non è nostra intenzione negare l'evidenza di un aumento della tassazione in questa fase ma non intendiamo cadere nella solita becera polemica come usa fare il M5S nella nostra città tesa ad alzare polveroni senza entrare nel merito delle questioni e dimenticando che Comuni dove loro governano operano nelle stesse condizioni ma applicano tariffe ben più superiori. Vorremmo rafforzare e sottolineare, invece, l'impegno coraggioso messo in campo su due questioni strettamente legate al carico fiscale sui contribuenti, in particolare: la lotta all'evasione fiscale, sulla quale l'Amministrazione è impegnata a pieno ritmo contando di portare nuove risorse economiche; la reinternalizzare del servizio tributi concludendo la gestione Gefil, non senza disagi e difficoltà gestionali, con l'obiettivo di un fisco più equo nel lungo periodo"".

 

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Partito Democratico

Secondo il Consigliere regionale del PD, per rilanciare i territori coinvolti, bisogna invece puntare su turismo, cultura e percorsi sostenibili. Leggi tutto
Partito Democratico
Il capogruppo del gruppo consiliare del PD Marco Raffaelli. Leggi tutto
Partito Democratico

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa