Pulizie, stipendi da fame in Arsenale. Pucciarelli: “Diritti garantiti solo a non italiani” In evidenza

Intervento di Stefania Pucciarelli, Segretario Provinciale Lega Nord La Spezia - Ogni giorno vediamo i risultati della Politica dei tagli effettuati dall'attuale governo con risvolti disastrosi sulla pelle dei lavoratori e delle lavoratrici,nonostante i proclami di una fantomatica ripresa millantata attraverso i media e la stampa nazionali. 

Domenica, 05 Aprile 2015 19:07
Anche qui a la Spezia arrivano le conseguenze di questa politica al massacro del lavoro,effettuate proprio da quella componente politica nata come paladina dei diritti dei lavoratori.

Oggi leggiamo di 50 lavoratrici della Multiservice e I Gemelli ,aziende che si occupano delle pulizie all'interno dell'Arsenale,che pur di non perdere il lavoro sono costrette a lavorare un'ora al giorno con uno stipendio di 150 € al mese,,molte sono monoreddito,alcune separate e con figli.

Il nuovo appalto ha determinato un taglio del 50% delle ore lavorative che gia' erano poche e con l'introduzione del jobsact non scongiura certamente il rischio di licenziamento .

Nessuna voce si è sentita in difesa di queste donne da parte dei vertici di comando sia a livello Comunale,Provinciale,Regionale e di Governo.Nè tantomeno una presa di posizione dalla Pinotti come Ministro della Difesa che da Ligure e da donna ,avrebbe dovuto battersi per queste lavoratrici che sono della sua stessa Regione:da lei solo inutili promesse ad oggi cadute nel vuoto .

Nessuna donna di sinistra è scesa in difesa dei diritti di queste lavoratrici,nessuna si è scandalizzata nel venire a conoscenza che oggi pur di non perdere un lavoro con la speranza che un domani le ore possano aumentare,si lavori a queste condizioni.

Renzi ha aumentato le tasse,ha tagliato sulla difesa, sulla sicurezza ,sulla sanità ,le pensioni minime non sono state rivalutate,gli esodati sono senza speranza e nonostante tutto cio' è aumentato il debito pubblico di 31 miliardi in mese.

Continuano a tagliare i diritti degli Italiani ma li garantiscono al resto del mondo.

L'operazione Mare nostrum dello scorso anno ci è costata 9 milioni di € al mese, soldi che avevamo l'obbligo di spendere prima per gli Italiani,specie in un periodo come quello attuale in cui molte famiglie sono in crisi e con fenomeni di bambini denutriti nelle scuole.

La nostra politica sara' sempre a difesa della famiglia mantenendo come principio cardine in ogni scelta ,prima gli italiani.

La Lega Nord esprime solidarietà e vicinanza a queste lavoratrici ,dando fin da ora la disponibilità ad incontrarle per portare le loro istanze tramite i nostri parlamentari al Governo.

 

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Lega per Salvini Premier

I due esponenti della Lega ribadiscono l'importanza di mantenere le rampe sulla A12 anche dopo l'apertura del nuovo ponte. Leggi tutto
Lega per Salvini Premier
"Grande soddisfazione, pronti a lavorare per il territorio e i cittadini" Leggi tutto
Lega per Salvini Premier

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa