Barli: "I territori Unesco si gestiscano in sinergia" In evidenza

Il consigliere comunale di Pignone, ultimo ad uscire dall'Unione dei comuni terre verticali, pone l'accento sulla necessità di collaborazione tra i territori coinvolti e guarda alle Cinque Terre.

Sabato, 29 Aprile 2017 14:17

Si è chiuso oggi l'iter di scioglimento dell'Unione dei comuni terre verticali. Il comune di Pignone, ultimo ad uscire dall'Unione, ha denunciato i ritardi della normativa nazionale e i ritardi della Regione Liguria. All'unanimità il consiglio comunale ha chiesto di proseguire con la collaborazione dei comuni coinvolti nella gestione del patrimonio Unesco, lanciando tra le righe un segnale alle Cinque Terre: la collaborazione è necessaria e l'egoismo non porta da nessuna parte.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

"Si può essere democratici, liberali ed europeisti anche senza sostenere questo Governo” Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Coronavirus, in Liguria 228 nuovi casi

Domenica, 17 Gennaio 2021 17:48 cronaca
Altri due decessi al San Bartolomeo. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa