Esordio amaro per lo Spezia, sconfitto 2-1 al Picco da un ottimo Crotone In evidenza

Spezia - Crotone 1-2

Sabato, 31 Agosto 2019 20:05

Lo Spezia perde 2-1 al debutto contro il Crotone causa assenza di gioco e soprattutto di attacco. Ha ragione Angelozzi, a mister Italiano non serve una punta, siamo d'accordo con lui, ne occorrono almeno due e di qualità. Non è possibile affrontare un campionato impegnativo come la B con il solo Federico Ricci attaccante di categoria, il rendimento a corrente alternata di Galabinov, la mediocrità di Gyasi, Delano e Dj Buffonge e l'immaturità di Gudj: a confronto l'attacco del Crotone sembra atomico, oltre si tecnici e veloci Simy e Messias anche Mustacchio, Vido e Maxi Lopez: non ci sono confronti, speriamo che Angelozzi si decida perché così lo Spezia rischia grosso.

Spezia - Crotone 1-2

Reti: Simy 23' pt (r), 28' pt, Ricci F. 43' pt

SPEZIA (4-3-3): Krapikas; Vignali, Capradossi, Terzi, Ramos; Bartolomei, Ricci M., Mora; Gyasi, Ricci F., Galabinov.

A disposizione Scuffet, Barone, Marchizza, Burgzorg, Awua, Gudjohnsen, Bastoni, Ferrer, Maggiore, Benedetti, Erlic, Buffonge.

Allenatore Vincenzo Italiano

CROTONE (3-5-2): Cordaz; Cuomo, Golemic, Gigliotti; Zanellato, Mazzotta, Barberis, Benali, Molina; Simy, Messias.

A disposizione Figliuzzi, Festa, Mustacchio, Vido, Bellodi, Crociata, Gomelt, Kargbo, Ruggiero, Ruten, Panza, Marrone.

Allenatore Giovanni Stroppa

Arbitro Manuel Volpi.

Ammoniti: Barberis.

PRE-PARTITA

Debutto casalingo dello Spezia questo pomeriggio contro il Crotone. Le Aquile sono reduci dalla squillante vittoria per 3-0 contro il Cittadella alla prima di campionato, i calabresi dal pareggio a reti bianche contro il Cosenza allo Scida.

A circa un quarto d'ora dall'avvio il Picco si sta pigramente affollando di pubblico, anche se l'afoso pomeriggio estivo non incentiva l'auspicio è che al fischio d'inizio dell'arbitro Volpi (omonimo del patron mai presente)ci sia una cornice degna per dare il giusto benvenuto alla squadra di Vincenzo Italiano. Già arrivati i fedelissimi del Crotone in curva Piscina, per ora una decina.

Fiducia a Gyasi dal primo minuto con Federico Ricci a dare sostegno a Galabinov in attacco, con il bulgaro chiamato a confermare l'ottima prestazione mostrata al debutto.

In panchina nel Crotone i nuovi arrivati Vido e Marrone, mentre Maxi Lopez è stato bloccato per motivi di transfert, oltre a dover finire di scontare una squalifica rimediata con il Vasco de Gama.

La Ferrovia celebra con due striscioni e tanti palloncini rossi la scomparsa improvvisa di Davide Rossi e Nicolas Sbarbaro, due tifosissimi delle Aquile mancati questa estate. E nel frattempo la curva si affolla non solo di emozioni, tutti in maglia bianca.

PRIMO TEMPO

Mister Italiano conferma l'undici vittorioso di Cittadella

Parte forte lo Spezia che conquista un corner dopo 1', sugli sviluppi dell'azione bel cross di Federico Ricci per la testa di Mora, para facile Cordaz.

Insistono le aquile in questa fase di avvio, dopo un cross di Gyasi dalla sinistra al 4' arriva la prima pericolosa conclusione con Matteo Ricci dal limite dell'area.

Al 9' arriva la prima parata di Krapikas a seguito di un tiro cross dalla destra di Molina.

Diverse le incertezze di Vignali nei primi 15' di gioco, e al 17' arrivano le giuste proteste del Crotone dopo uno spintone a Simy in area, in diretta sembrava rigore netto.

Dal 15' cambia l'inerzia della sfida, il Crotone si fa sotto e al 22' conquista il rigore per atterramento di Zanellato ad opera di Terzi, realizza Simy con un tiro debole ma angolato.

Timida la reazione bianca, al tiro debole con Federico Ricci al 27' da posizione impossibile. Ma lo Spezia rischia grosso, e dopo il cooling break arriva il secondo gol del Crotone grazie alla velocità e la tecnica dei suoi attaccanti: ripartenza del Crotone con Messias che fa 30 metri palla al piede sul fronte di centro-destra, serve Simy posizionato sulla sinistra che la piazza sull'angolo sinistro di Krapikas che si tuffa ma non ci arriva.

Al 34' buona occasione su punizione per lo Spezia, sprecata dal numero 10 aquilotto che la spara altissima, al 41' è lo Spezia a reclamare il rigore per atterramento dello stesso Ricci ben lanciato dal fratello sull'out destro, ma Volpi fa continuare e va bene che non ammonisce il numero 10.

Gollllll!!!!!! Al 43' va a segno proprio lui, il numero 10 aquilotto riceve palla dalla prima discesa di Ramos dalla sinistra, si accentra e dai 25 metri fa partire un bolide che Cordaz non vede neppure entrare.

I primi 47' finiscono con lo Spezia sotto di un gol, in difficoltà dopo un ottimo avvio di partita complice il caldo afoso e alcune incertezze sulla linea mediana e difensiva, in particolare sottotono Mora e Vignali. Confidiamo in una ripresa più fresca e combattiva.

SECONDO TEMPO

Prima dell'avvio del secondo tempo c'è spazio in campo per il saluto ad un ex beniamino delle Aquile, Corrado Colombo emozionato e speriamo porti bene allo Spezia.

Nessun cambio negli undici rispetto al primo tempo, ma il Crotone sembra voler addormentare il ritmo della gara sfruttando le veloci ripartenze dei due attaccanti di colore che nel primo tempo hanno messo in seria difficoltà la retroguardia spezzina.

Al 5' ci prova Barberis su punizione, palla abbondantemente fuori.

Primo cambio della sfida: al 6' fuori Mora per Maggiore, per dare più brio alla linea mediana apparsa troppo ingessata.

Il Crotone pressa altissimo ma al 7' Matteo lancia a rete il fratello Federico, anticipato di un soffio in corner al momento della battuta.

Ancora Spezia al 12', bel cross dalla sinistra di Ramos per la testa di Maggiore, ma l'azione è fermata per off-side.

Secondo cambio nello Spezia: fuori Vignali in evidente difficoltà, al suo posto Ferrer.

Al 14' punizione per lo Spezia per atterramento di Ricci, ma Bartolomei la spara alta: c'è da lavorare sui calci piazzati mister Italiano.

Al 16' primo cambio nel Crotone, fuori Mazzotta per Mustacchio.

Al 20' altro cambio negli ospiti, fuori un ottimo Messias per un altro attaccante di talento, Luca Vido promessa azzurra. Sulla carta tra l'attacco del Crotone e quello aquilotto c'è una differenza a dir poco abissale: oltre a Messias e Simy oggi a segno, Stroppa può contare su Mustacchio, Vido e a breve Maxi Lopez. Italiano ha disponibili con Gala e Ricci Gyasi, Dj Buffonge, Gudjohnsen e Burgzorg... Lasciamo perdere và.

Al 25' ultimo cambio nello Spezia, esce un opaco Gyasi per Delano Burgzorg, ancora un pò oggetto misterioso.

Si sveglia lo Spezia al 27', Ramos sulla sinistra gioca poche palle ma buone, suo l'assist per Delano e il successivo tiro di Ferrer parato da Cordaz.

Ancora Spezia in percussione con Maggiore, stoppato in corner.

Al 30' ultimo cambio anche per il Crotone, fuori Cuomo per Marrone.

Rischiooo al 31': Benali servito da Simy colpisce l'incrocio dei pali, reazione Spezia con Federico Ricci che impegna Cordaz in corner dalla destra, partita molto vivace con il Crotone deciso a mantenere il vantaggio e lo Spezia a testa bassa per acciuffare un pari tutto sommato giusto.

Al 35' prova Delano di testa al termine di una insistita azione offensiva ma non trova la porta, al 37' un altro ottimo assist teso di Federico Ricci in area, ma Delano e trovano la palla.

Tempista Krapikas al 41' a stoppare in uscita fuori area di piede un flash di Simy autentica spina nel fianco della difesa aquilotta.

Ennesimo assist di Federico Ricci, al 43' la piazza in mezzo che meglio non si potrebbe, ma oggi Galabinov non vede la porta è inutile.

Volpi fischia 5' di recupero, ma è dura per lo Spezia centrare la porta con questi attaccanti: al 48' occasione su punizione per le Aquile, sulla palla Gala e Bartolomei, tira il bulgaro alto e male. Peccato, ma Galabinov oggi si è azzerato da solo il credito accumulato a Cittadella, oggi per lui 95' senza un tiro in porta degno di questo nome.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

di Massimo Guerra - Dopo appena due minuti di gioco Galabinov porta in vantaggio le Aquile. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Tifoso al Picco quasi per caso

Martedì, 11 Agosto 2020 21:00 ac-spezia-calcio
di Umberto Costamagna - Tra ricordi e passione per vivere questa sfida che potrebbe portarci lontano, quasi in Paradiso... Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa