Spezia calcio: la punta centrale non arriva, delusione tra i tifosi In evidenza

di Massimo Guerra - Delusione tra i tifosi spezzini per la chiusura del mercato aquilotto segnata dal mancato arrivo di una punta di categoria.

Martedì, 03 Settembre 2019 16:37

Una punta in grado di supportare le note carenze di Galabinov sia in termini di tenuta fisica che in termini di efficacia in zona gol.

Guido Angelozzi non è riuscito nella comunque difficile operazione di recuperare last-minute un giocatore dalle caratteristiche necessarie alla causa, neppure last-minute ovvero pescando negli esuberi delle rose di A e neppure sfruttando le formule dei prestiti con o senza riscatto che hanno permesso a tante dirette avversarie di rinforzarsi proprio nelle ultime ore di trattativa come ha fatto, ad esempio, il Perugia pescando Falcinelli dal Bologna e, il Cosenza Machach dal Napoli.

Il Pisa Fabbro dal Chievo, il Pescara Gomes dall'Atalanta, il Livorno Marras dal Pescara e Brignola dal Sassuolo oltre Sven Braken dal NAC Nijmegen , lo Juve Stabia l'ex Forte solo per citare le ultimissime operazioni.

Lo Spezia in avanti si rinforza con l'arrivo di Ragusa, senza dubbio, ma non va dimenticato che è l'ennesimo esterno offensivo in rosa, che va ad aggiungersi a Bidaoui, Federico Ricci, Giasy, Delano e Buffonge, insomma forse era in mezzo l'urgenza più che sulle ali, ma tant'è.

Ragusa – in condizione e recuperato dopo la doppia operazione ai crociati – è sicuramente un giocatore che può dire la sua su tutto il fronte offensivo, ma è altrettanto vero che – al pari di Giasy – il ruolo di punta centrale nel 4-3-3 di Italiano è pure per lui un adattamento, non certo il primo ruolo per caratteristiche.

Ma evidentemente il Dg Angelozzi la pensa diversamente, pur disponendo quest'anno di un budget di assoluto rispetto, al netto dell'apparente disinteresse di Volpi (si farà vedere alla presentazione?) , dovuto ai proventi della vendita di Okereke al Bruges – foriera di sviluppi grazie ai bonus inseriti nel contratto – e ai diritti tivù, non certo dalla quota abbonati in costante calo.

E i tifosi? Forse abituati troppo bene dalle allegre gestioni del primo ciclo dell'era Volpi, con colpi di mercato esagerati seguiti da risultati nulli o quasi, nelle ultime ore hanno manifestato su più fronti sconcerto e delusione per la conclusione del mercato senza botti, e non è esclusa qualche contestazione alla festa di presentazione della squadra di giovedì sera.

Per Angelozzi (e forse anche per mister Italiano) il reparto d'attacco è evidentemente completo, ed è altresì innegabile che per il Dg la scommessa fatta su Galabinov – che percepisce l'ingaggio più alto della rosa – deve ancora dimostrarsi vincente,oppure no e continuando a puntare solo sull'ex Genoa è chiaro che sa – nel caso che Galabinov ripeta lo scialbo campionato dell'anno scorso - di mettere sul tavolo anche la sua reputazione di uomo di calcio di pluriennale esperienza.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

"Ho aspettato per più di due mesi per avere una risposta alla mia interrogazione e finalmente l'ho avuta: che delusione, la risposta non è esaustiva per niente". Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa