Stampa questa pagina

Spezia-Chievo: vigilia di semifinale di ritorno, è dura ma non impossibile In evidenza

Nulla è matematicamente perduto

Lunedì, 10 Agosto 2020 18:57

Ansia e amarezza tra i tifosi spezzini alla vigilia della semifinale di ritorno tra lo Spezia e il Chievo, dopo lo 0-2 del Bentegodi e le incredibili occasioni mancate per realizzare almeno un gol che avrebbe reso la sfida di domani meno difficile.

Lo squillo di tromba del Pordenone a Frosinone - vittoria di 1-0 grazie a Tremolada - rende ancora più difficile da digerire il ko contro la squadra di Aglietti, favorita alla finale ai danni delle Aquile per una serie di ragioni:

Fattore campo: in una gara dentro o fuori come quella di domani un Picco gremito avrebbe potuto fare la differenza.
Fattore organico: malgrado i meriti e le capacità di Italiano non si può non considerare che i forfait totali di Capradossi, Marchizza e Federico Ricci insieme ai ko parziali di Galabinov, Ragusa, Di Gaudio non pesino a confronto di una rosa di qualità qual'è il Chievo di Aglietti.
Fattore c.: sempre necessario se non indispensabile, mai abbondante in casa Spezia, come dimostrato solo nell'ultima gara dal rigore sbagliato e dalla traversa interna di Nzola.

Detto questo, nulla è matematicamente perduto, malgrado la difficoltà elevatissima lo Spezia cercherà domani sera di spezzare alla svelta l'equilibrio, prendendo magari qualche rischio in ripartenza ma migliorando - si spera- in termini di cinismo e cattiveria sotto porta.

Lo Spezia per staccare stasera il pass per la finalissima dei playoff di Serie B 2019/20 dovrà compiere un'impresa, vincendo con almeno due reti di scarto. Nella storia dei playoff cadetti, istituiti dal 2004/05, è successo 3 volte casi di rimonte "miracolose": nella finalissima 2005/06 Mantova vittorioso in casa all'andata sul Torino 4-2, poi 2-0 al 90' nel ritorno in Piemonte e 3-1 granata al 120', con promozione in serie A del Toro; nelle semifinali 2008/09 Grosseto vincente 2-0 in casa all'andata sul Livorno, ma amaranto in grado di ribaltare il verdetto al "Picchi", con un sonante 4-1 e fu poi promosso in Serie A vincendo la finale sul Brescia; infine la finalissima dell'anno scorso, col Cittadella vincente 2-0 all'andata al "Tombolato", ma sconfitto 0-3 dall'Hellas Verona nel ritorno del "Bentegodi", entro i 90' regolamentari, con Aglietti – oggi coach del Chievo – seduto sull'altra sponda dell'Adige con la squadra veronese.

Le statistiche non dicono molto di buono: Lo Spezia ospita il ChievoVerona in gare ufficiali per l'ottava volta nella sua storia e solo in un'occasione ha vinto con almeno 2 reti di scarto, quelle che serviranno stasera ai liguri per accedere alla finalissima playoff. E' successo il 9 dicembre 1990 in serie C-1, 2-0 con doppietta di Federico Giampaolo, fratello di Marco, da pochi giorni neo-allenatore del Torino per la stagione 2020/21. Gli allenatori quel giorno erano Ferruccio Mazzola per i padroni di casa, Gianni Bui per i veronesi.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

La classifica dei mestieri che renderebbero più inclini al tradimento o lo renderebbero potenzialmente più semplice. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Record di tamponi, più di 6mila. Alla Spezia scendono i ricoverati, ma c'è una vittima. La situazione a Genova preoccupa, si va verso l'adozione di restrizioni. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa