Stampa questa pagina

Spezia sconfitto ma non umiliato dalla Juventus In evidenza

di Massimo Guerra - La sfida contro la Juve decisa nella ripresa dalla doppietta di Ronaldo e dal gol di Rabiot.

Domenica, 01 Novembre 2020 20:05

Lo Spezia esce sconfitto ma non umiliato dalla sfida contro la Juventus, decisa nella ripresa dalla doppietta di Ronaldo e suggellata da Rabiot su azione.

La tradizione dello Spezia imbattuto contro la Vecchia Signora regge fino all'ingresso di CR7, vale a dire fino al 60' le Aquile sono rimaste in campo con la giusta determinazione, ribattendo alle folate juventine con buone azioni manovrate.
Anche oggi buona la prestazione di Nzola, che pur non essendo quello di punta centrale il suo ruolo naturale riesce con fisico e tecnica a far salire la squadra, proponendosi anche in fase di assist.

Dopo il primo tempo, caratterizzato da una Juve sprecona e da uno Spezia pragmatico, nella ripresa l'ingresso di Ronaldo ha dato fuoco alle micce offensive della Vecchia Signora, dopo un inizio ripresa a favore dello Spezia: Agudelo si ritrova infatti quasi a tu per tu con Buffon, lo Spezia è bravo ad avanzare con i terzini e a creare densità nella metà campo della Juve, con Bartolomei al tiro in un paio di occasioni ma senza la necessaria efficacia.

Complessivamente buona la gara delle Aquile, ben organizzate fino alla tre-quarti, leggerine in attacco ma lo ripetiamo da inizio campionato: con Gala infortunato e il 2001 Piccoli è quello il reparto più debole della squadra, lo dicono i numeri.

Da rimarcare le prove di Bastoni – sempre più rivelazione – e dello stesso Nzola, cui manca la visione della porta ma non certo la tecnica e il fisico per appoggiare palle invitanti, bene anche Pobega, Ricci e Barto in mezzo, benino Farias.

Da rivedere, tra gli altri, Ferrer e Verde, il primo apparso impaurito, il secondo semplicemente non entrato in partita, buona la prova della difesa ante-Ronaldo, ma si deve riconoscere che la Juve nel primo tempo ha sprecato molto.

Chiaro che lo Spezia deve cercare punti con ben altri avversari, a cominciare dal Benevento, a un punto sopra dello Spezia e atteso domani sera nel posticipo contro il Verona.

Pirlo nella ripresa non sapeva chi scegliere in panchina tra Ronaldo, Culuseski, Rabiot e Ramsey, una panchina stellare che dà le misure dei valori tecnici in gioco.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Un nuovo video diffuso dall'assessore Casati Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Il commento delle forze politiche di opposizione, Partito Democratico - Lista Sansa - Movimento Cinque Stelle - Linea Condivisa Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa