Vigilia di Spezia Genoa, cresce la tensione per il derby In evidenza

di Massimo Guerra - Tra le Aquile e il Grifone non è mai corso buon sangue.

Martedì, 22 Dicembre 2020 20:40

Spezia- Genoa, torna al Picco senza pubblico (diretta SKY ore 20,45, dirige Massa) un derby tanto sentito quanto raro da queste parti: tra le Aquile e il Grifone non è mai corso buon sangue, come spesso succede tra i rapaci, a differenza del gemellaggio un po' a intermittenza con i blucerchiati.

Le (poche) sfide dell'ultimo ventennio non hanno contribuito a migliorare le cose, come l'indimenticabile doppio successo del 2006 in serie C al Picco e a Marassi targato Guidetti, o la sconfitta rimediata l'anno dopo, in serie B, ad opera del Genoa di Gasperini.

Quest'anno i rossoblù sono partiti malissimo, malgrado una politica di acquisti importante, e dopo la sconfitta contro il Benevento è arrivato l'esonero del tecnico Maran con il subentro – il quarto nella storia del club - di Ballardini da parte del presidente Preziosi, al centro di una clamorosa contestazione da parte del tifo genoano che compra pagine di quotidiani per incitarlo ad andarsene

Del resto 7 punti in 13 partite, con una sola vittoria a bilancio e il penultimo posto davanti al Crotone erano già indici di grossi problemi all'interno del gruppo di Maran, al suo secondo esonero consecutivo dopo l'esperienza dello scorso anno a Cagliari.

In casa Spezia si respira tutt'altra aria, ma il concetto è "meno complimenti più punti" anche perché è vero che le Aquile giocano bene e strappano parole di apprezzamento da Sacchi in giù, ma sono già al quartultimo posto in classifica e se non muovono la classifica in modo sostanzioso a breve saranno con l'acqua alle ginocchia e una risalita difficilissima visti gli avversari.

Per il Genoa mister Italiano ha dosato al meglio le energie in questa fase concitata di calendario, facendo 8 sostituzioni nella gara persa contro l'Inter, con altrettanti giocatori pronti a scendere in campo per dare il massimo come sempre in questa stagione.

Contro l'Inter è mancata la capacità di verticalizzare tra le linee di Maggiore, lui ( o Pobega) ed Estevez i probabili stantuffi al fianco di Ricci, o di Agoumé visto che il talentino dell'Inter è stato risparmiato proprio contro la sua squadra. In difesa rientra Chabot dalla squalifica, a fianco di uno tra Terzi (favorito) e Ismajli o Erlic, sulle fasce Ferrer a destra e Bastoni o Marchizza a sinistra, in attacco spazio a Nzola in mezzo, con uno tra Gyasi e Farias a contendersi la maglia sulla corsia di sinistra (con il primo favorito) mentre a destra non è detto che Italiano non riconfermi dall'inizio Acampora, se non addirittura Mastinu ancora da vagliare in massima serie.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Nella nostra provincia non si registrano decessi. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Quest’anno, dopo la sensazionale promozione conquistata dallo Spezia lo scorso anno, la Liguria si trova, per la prima volta nella sua storia, a vedere tre delle sue squadre competere nel… Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa