Volpi show: "Se può farlo il Milan..." In evidenza

di Michele Spinosa

LA SPEZIA - E' un Volpi show quello che si è svolto oggi presso il resort Cà del Moro a Pontremoli.

Mercoledì, 01 Agosto 2012 22:03
Ha parlato di tutto: dal progetto Ferdeghini e le giovanili, al mercato e ai prossimi colpi, i giovani nigeriani mandati a fare le ossa in Croazia e soprattutto il luminoso futuro dello Spezia negli anni a seguire.

Ma ecco nella sua intervista fiume rilasciata al sito ufficiale delle Aquile www.acspezia.com quello che ha raccontato: "Oggi è una giornata importante davvero dato che circa quattro anni fa, giorno più giorno meno, alla Spezia arrivava la famiglia Volpi per rilevare la Società. Dopo quattro anni siamo in Serie B, tornati in Serie B. Per fare questo era necessario, oltre che una squadra forte, anche una Società forte; e noi ne abbiamo costruita una seria, anomale e forte. Seria perché abbiamo tenuto fede alle nostre promesse e credo che i fatti ci diano ragione, non ultima l'operazione 'Ferdeghini' che prosegue nella sua rinascita. Anomala perché, al contrario di altre proprietà, non abbiamo una presenza costante sul campo, ma crediamo ciecamente nell'operato dei nostri dirigenti, dal Vice-Presidente Corradino, all'AD Spalenza, al DS Ricci al Segretario Micheli e via dicendo. Un mio ringraziamento va anche a tutti coloro i quali che hanno portato il loro contributo alla causa dello Spezia, anche solo di passaggio".

"La Società, proprio con l'investimento fatto per il centro 'Ferdeghini', che diventerà la casa delle nostre giovanili, credo abbia dato un segnale ancora più forte di voler fare le cose per bene. Le ditte De Lucchi e Biffi stanno lavorando di gran lena per far sì che a fine settembre i nostri ragazzi interrompano il pellegrinaggio in giro per i campi della città. Se lo può fare il Milan, di certo anche allo Spezia puntiamo allo stile Barca; siamo una terra al confine tra realtà importanti e vogliamo far crescere i nostri prodotti al meglio, creare i nostri campioni in casa investendo su di loro. A marzo dovrebbero essere completate anche le strutture degli spogliatoi, magazzini, palestre sotto la tribuna. Sarà il tempo di affrontare la fase 2, quella che prevede la costruzione della piscina e della foresteria per i potenziali campioni fuori sede. Non dimenticando la collaborazione con la Nigeria e le sue accademie che quest'anno ha già portato quattro nigeriani in Croazia, ma solo perché ci sono regole diverse rispetto agli extracomunitari; anche lo Spezia potrà

rientrare in questo discorso".

"Il cambio al vertice del Settore Giovanile (Gladis Conti ed il suo staff), ha delle motivazioni legate al rispetto; chi manca di rispetto alla Società, manca di rispetto alla famiglia Volpi e viene allontanato; questo vale per tutti i dipendenti, a tutti i livelli. La decisione è irrevocabile. Il Responsabile dell'Area Tecnica è Nelso Ricci, che sceglie i suoi collaboratori e se ha scelto Rovani, che torna con noi, vuol dire che lo ritiene la persona adatta".

Si passa poi al capitolo squadra e la nuova categoria ormai alle porte: "Nella passata stagione la squadra è riuscita a vincere ben tre titoli, aiutata anche dalla fortuna in qualche caso, ma comunque ha vinto, dunque aveva indubbiamente dei valori. Se abbiamo deciso di cambiare tanto è perché abbiamo voluto prendere giocatori ancor più forti. Si sta creando un gruppo composto da esperti e giovani, ruolo per ruolo, che da un'idea di progetto, di continuità e di base per il futuro. Il Direttore Ricci ha carta bianca e sta lavorando per portare il meglio che il mercato offre; mancano un difensore, una mezz'ala e due attaccanti credo. Sappiamo che ci sono tanti giocatori validi, fortissimi, ma dai costi fuori logica per la nostra realtà e le valutazioni da fare sono tante. Ovvio che poi c'è anche un mercato in uscita e, come diceva Giraudo, che ho conosciuto per lavoro, a comprare son bravi tutti, basta offrire un po' di

più degli altri, è vendere che è davvero difficile. Ho parlato oggi con Evacuo, giocatore a cui siamo riconoscenti e che, se troverà qualcosa di meglio per la sua carriera, saremo lieti di aiutare a trovare la migliore soluzione per lasciarlo libero. Rimane sempre un nostro obiettivo quello di unire il valore sportivo a quello sociale, far crescere i giovani all'insegna dei valori sani, oltre a quello di

costruire una squadra con logica, che possa avere futuro, e, con qualche innesto all'anno, crescere. Non vogliamo essere solo sognatori, ma avere fondamenta. Avere gente che renda onore al nome dello Spezia, ma anche la gente deve dimostrare di essere vicina alla Società, attraverso gli abbonamenti o la presenza allo stadio. Stiamo costruendo per la Serie B una squadra che possa

ben figurare in una categoria che, negli ultimi anni è molto cresciuta. Il fatto che tutti i sabati, alle 15, le partite dello Spezia siano trasmesse in televisione, credo sia un valore importante per tutta la città".

Nella foto Volpi, Ricci e Spalenza.

(1 agosto 2012)

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(1 Voto)
...

Ultimi da Gino Ragnetti

Spezia? Non è zona sismica. Però...

Domenica, 30 Giugno 2013 17:30 cronaca
di Gino Ragnetti LA SPEZIA – Ma Spezia, è zona sismica o no? Siamo in pericolo anche noi come gli amici dell'Emilia? È questa ormai la domanda che ricorre più… Leggi tutto
Gino Ragnetti
GENOVA. E' stato siglato questa mattina in commissione consiliare salute un accordo sulla proposta operativa, presentata dall'ARS, l'agenzia regionale della sanità, per la messa a regime dei nuovi presidi per… Leggi tutto
Gino Ragnetti

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa