Spezia, contro il Livorno è Sos difesa. Serena insisterà ancora con il rombo? In evidenza

di Michele Spinosa

LA SPEZIA - Finalmente lo Spezia torna all'Ardenza dopo 10 lunghi anni.

Lunedì, 01 Ottobre 2012 15:36
L'ultima volta nel 2002 gli aquilotti sbancarono l'Armando Picchi per uno a zero grazie ad un gol di Francolino Fiori davanto ad uno stadio strapieno e oltre duemila gli spezzini al seguito. Era la stagione della fatal Trieste e la vittoria di quel campionato se la aggiudicarono i labronici dopo un lungo testa a testa con la squadra aquilotta. Da allora le due squadre hanno sempre affrontato campionati diversi e non si sono più affrontate. Nel Monday Night sicuramente rivedremo il pubblico delle grandi occasioni a Livorno, vista anche la grande rivalità che cè tra le due tifoserie. La squadra di mister Nicola sembra aver riacceso il pubblico amaranto grazie anche all'ottimo inizio di campionato con 16 punti conquistati nelle prime 7 partite. Lo Spezia dopo la sofferta vittoria in casa contro la Reggina, dovrà affrontare il derby con diverse assenze, soprattutto in difesa. Madonna è fermo da diverse settimane ai box, Goian e Sammarco sono squalificati e Schiavi sabato è uscito per un risentimento all'adduttore e molto probabilmente non ci sarà. In difesa Serena ha scelte obbligate, soprattutto in mezzo, dove con ogni probabilità esordirà il giovane Pasini, che, visto all'opera nel precampionato, sembra ancora troppo acerbo per reggere questa categoria. Probabilmente visto che Goian salterà ancora diverse partite per la nazionale, aggiungi le varie squalifiche e acciacchi vari, per la rotazione difensiva era necessario prendere un altro difensore centrale. Per quanto riguarda il modulo a rombo vedremo se il mister veneziano continuerà ad adottare questo modulo. L'impressione è che in questo momento la squadra faccia fatica ad assimilarlo, vuoi per la condizione ancora approssimativa di alcuni effettivi, vuoi perchè la squadra sia stata rinnovata profondamente quest'estate. Il fatto è che nelle ultime tre partite le Aquile soffrono tremendamente le ripartenze lasciando sempre tanti spazi aperti per i contropiede avversari e in attacco nonostante la grande qualità che il reparto offre conclude in porta molto poco. Finora dei sette gol segnati solo due sono stati realizzati su azione, poi tre reti su palla inattiva e due su rigore. Nelle prossime gare vedremo se il problema è da rivelarsi prettamente tecnico oppure è un problema di approccio alla gara e di mentalità.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Il consigliere comunale di opposizione: "Il militare alloggiava nell'hotel a due passi dal Comune". Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Obiettivo il secondo posto nel girone. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa