Fognature e depurazione acque sui social network: il Comune di Levanto pensa alle vie legali In evidenza

L'Ente si affida ad un legale per verificare eventuali danni all’immagine e all’economia del paese

Venerdì, 19 Luglio 2019 16:35

L’amministrazione comunale di Levanto ha affidato ad uno studio legale l’incarico di verificare se il risalto mediatico innescato sugli organi di stampa, sul web e sui social network dalla vicenda legata alla rottura del tubo di scarico delle fognature posto nella “spiaggetta dei cani”, nel Comune di Bonassola, sia passibile di denuncia-querela, e, conseguentemente, di individuarne i responsabili.

“Appurato che il gestore dell’impianto di depurazione di Vallesanta ha svolto correttamente il proprio compito e non ci sono state inadempienze; che le analisi effettuate da Arpal nel golfo di Levanto hanno escluso ogni forma di inquinamento delle acque marine; che tutte le istituzioni e gli enti che con l’amministrazione comunale hanno agito, in stretta collaborazione, ognuno nel rispetto delle proprie funzioni, per far sì che la situazione fosse costantemente monitorata e l’incidente al tubo di scarico della condotta fognaria (peraltro situata nel Comune di Bonassola) fosse risolto in tempi brevi – spiega il sindaco levantese, Ilario Agata - ho deciso di affidare ad un legale la tutela dell’immagine di un paese che in questa vicenda ha subìto, ingiustificatamente, un consistente danno che, in piena stagione balneare, si ripercuote sull’intero tessuto socio-economico che sul turismo legato all’ambiente poggia le proprie basi”.

Non usa mezzi termini, Agata, per stigmatizzare un comportamento che giudica paradossale, autolesionistico, ma soprattutto ingiustificato.
“Sui social si è data la stura a voci incontrollate su situazioni inesistenti, che purtroppo, ma ovviamente visto l’utilizzo di questi mezzi di comunicazione, si sono subito amplificate e diffuse procurando allarme tra i bagnanti e nell’intero paese - dice il primo cittadino - C’era chi invocava l’emissione di un’ordinanza di divieto di balneazione quando era sufficiente verificare sul sito di Arpal che in tutti questi giorni le analisi in tutti i punti di prelievo del golfo di Levanto erano conformi a parametri di legge. E chi addirittura ci accusava di voler tenere nascosti chissà quali segreti”.
Così il sindaco ha deciso di rompere gli indugi e affidarsi ad un legale.

“Periodicamente esce la storiella del depuratore che non funziona, che la sua costruzione (invocata per quarant’anni...) è stata uno spreco di soldi, mentre è proprio grazie a quell’impianto che, anche in presenza di incidenti come quello occorso alla condotta fognaria (che probabilmente è stata agganciata da qualche imbarcazione), si riesce a contenere il fenomeno in un’area molto limitata, che infatti non ha minimamente coinvolto il nostro golfo - commenta Agata - Fino ad oggi siamo stati tolleranti nei confronti di questi comportamenti, anche per non fomentare inutili polemiche, ma come amministratore pubblico ho il compito di difendere e tutelare la comunità che rappresento, che rischia di vedere incrinato il tessuto socio-economico da allarmi ripetuti e poi dimostratisi ingiustificati. Quindi stavolta andremo in fondo alla vicenda, cercando di individuare i responsabili e verificare l’esistenza di eventuali reati per chiedere che vengano perseguiti secondo la legge”.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Comune di Levanto

Tanti regali di Natale, per i bimbi dell’asilo nido “Puer puella” di Levanto, da parte del “Lions Club Cinque Terre”. Leggi tutto
Comune di Levanto
Una tematica che interessa anche il territorio levantese Leggi tutto
Comune di Levanto

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa