"Bacino galleggiante resti a disposizione del Cantiere" In evidenza

Su questi temi si terrà successivamente un'assemblea informativa.

Martedì, 25 Febbraio 2020 15:37

A seguito della notizia della messa all'asta del bacino galleggiante in uso al Cantiere Muggiano, le Segreterie Territoriali di CGIL, CISL e UIL e le Segreterie Provinciali FIM, FIOM e UILM hanno chiesto un incontro urgente con il Sindaco della Spezia, che insieme a Provincia e Camera di Commercio rappresenta il Consorzio Bacino di Carenaggio, proprietario del bene; ed un altro con Fincantieri, attuale fruitore principale, nonché titolare del 99% della società Ente Bacini, gestore designato di tale infrastruttura. I due incontri sono avvenuti separatamente.

Come Sindacati abbiamo ribadito alla proprietà il ruolo fondamentale del bacino nel processo produttivo del Cantiere Militare Integrato Muggiano-Riva Trigoso, senza il quale non è possibile il varo delle navi; e la necessità di avere chiare garanzie affinché lo stesso bacino rimanga a disposizione del Cantiere a prescindere dalla proprietà.

Si è inoltre dichiarata, al Comune, alla Provincia e a Camera di Commercio la nostra forte perplessità dinanzi al percorso dell'asta pubblica. In precedenti occasioni gli stessi soggetti Istituzionali avevano affermato che si poteva procedere attraverso una trattativa privata tra Fincantieri e Consorzio Bacino di Carenaggio.

Dall'incontro con il Sindaco è però emerso che non sarebbe stato possibile trovare un accordo con Fincantieri sul valore economico della struttura e, quindi, restava la via dell'asta pubblica come l'unica percorribile.

Nell'incontro con Fincantieri invece è emerso che una trattativa economica è stata avviata, che l'Azienda era in attesa di una risposta dal Consorzio Bacino di Carenaggio, ma che questo ultimo abbia ritenuto, unilateralmente, di fermare la trattativa per andare a gara. Un fatto significativo, di cui nelle occasioni precedenti di confronto con l'Amministrazione non si era mai fatto menzione.

Come abbiamo più volte sottolineato, questo bacino ricopre una importanza fondamentale e strategica per l'economia ed il tessuto industriale della nostra città. Il percorso tortuoso, le reticenze di informazioni sul processo di vendita ci fanno fortemente preoccupare: il futuro del Bacino di Carenaggio è legato indissolubilmente al futuro del sito produttivo di Muggiano e dell'intero Cantiere Integrato, nonché delle numerose ditte dell'indotto. Chiediamo chiarezza ed un percorso trasparente a tutti gli attori in gioco, con l'obiettivo che il bacino resti a disposizione del Cantiere.

Non possiamo poi non rammentare i recenti attacchi a mezzo stampa di alcuni amministratori locali nei confronti delle Organizzazioni sindacali e di chi rappresenta un pezzo importante della cantieristica navale in questa provincia.

Purtroppo c'è chi, in nome della ricerca di un facile consenso, tenta di dividere il mondo del lavoro e i lavoratori. Sappiano costoro che il sindacato sarà sempre e comunque dalla parte dei lavoratori e di chi crea lavoro, mai dalla parte di chi maldestramente rischia di favorire le condizioni affinché il lavoro se ne vada altrove.

Su questi temi, appena le emergenze sanitarie saranno superate, Cgil, Cisl, Uil, Fim, Fiom, Uilm e le RSU del Cantiere navale Muggiano svolgeranno un'assemblea informativa.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
CGIL

Via Bologna, 9

Tel.: +39 0187547111
Fax: +39 0187516799

www.cgillaspezia.it/

Ultimi da CGIL

La segreteria della Cgil spezzina: "La Regione oltre a privatizzare la sanità ora ci prova con i funerali". Leggi tutto
CGIL
La segretaria della Cgil Lara Ghiglione: "Abbiamo scritto una lettera al Commissario dell'ASL Daniela Troiano". Leggi tutto
CGIL

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa