ASL 5, Cgil e Uil: "Situazione intollerabile, servono subito assunzioni"

I sindacati chiedono anche investimenti in strutture e macchinari.

Lunedì, 20 Luglio 2020 15:57

 

“La denuncia sulla stampa della Dottoressa Ardini in merito alla mancanza di almeno 30 medici, con tanto di dichiarazione “la sanità spezzina è al collasso”, è una testimonianza coraggiosa ed importante, che ribadisce quello che come sindacati denunciamo da anni“: così Lara Ghiglione, Cgil e Mario Ghini, Uil.

I due esponenti sindacali continuano: “La nostra sanità è la Cenerentola della Liguria non solo per la carenza di medici, ma anche di infermieri, OSS, ausiliari. Per mancanza di posti letto e strutture. Una situazione che con l'emergenza Covid è letteralmente deflagrata, che oggi si rivela più che mai nella sua estrema gravità, e che investe tutti i reparti. Non c'è personale sufficiente per garantire i servizi sanitari, quello in servizio è sfibrato da turni massacranti. La ASL 5 deve assumere, naturalmente a partire dalle 158 OSS. Che fine hanno fatto le promesse di nuove assunzioni? Ed il nuovo Ospedale? Gli investimenti di strutture e macchinari? Il personale sanitario ed i cittadini sono stufi di passerelle elettorali: si proceda subito con un piano di assunzioni straordinario che colmi le lacune, con un piano di organizzazione per il periodo di transizione verso il nuovo ospedale e con la nuova gara per il Felettino. La popolazione del territorio spezzino non può attendere oltre.”

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
CGIL

Via Bologna, 9

Tel.: +39 0187547111
Fax: +39 0187516799

www.cgillaspezia.it/

Ultimi da CGIL

Nomine dei docenti, è rottura

Giovedì, 17 Settembre 2020 21:37 comunicati-lavoro
I sindacati non escludono nessuna iniziativa, comprese quelle legali. Leggi tutto
CGIL
I sindacati: "Là sono stati internalizzati 200 lavoratori, bisogna vedere come si è arrivati alla soluzione e replicarla". Leggi tutto
CGIL

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa