Coronavirus, a Castelnuovo un'azienda si converte e produce mascherine In evidenza

di Alessio Boi - Una task force di sette persone per raggiungere le 500 "chirurgiche" al giorno. Richiesta l'autorizzazione per rifornire ospedali.

Giovedì, 26 Marzo 2020 19:35

Anche nelle piccole realtà assistiamo a fenomeni di questo tipo: una sartoria, insediatasi da poco nel Comune di Castelnuovo Magra, ha convertito la sua produzione per realizzare mascherine.

Uno strumento tanto utile per combattere la diffusione del coronavirus, quanto difficile da trovare sia per medici che per infermieri.

L'azienda, con sede in via Aurelia, ha richiesto l'autorizzazione per rifornire gli ospedali di quello che, in questa emergenza, è diventato quasi un bene primario, soprattutto per chi opera nella sanità.

In questo modo la Sartoria Partenope di Guida Pasqualina Loredana unisce l'utile al dilettevole, poiché al momento, per ovvie ragioni, la produzione era ferma. Una formazione lunga, una grande esperienza e discendente da una famiglia di sarti, così si descrive in poche parole la titolare, che dichiara: "Siamo in sette per ora, tanto per iniziare, però rimarrà una realtà piccola - e continua- la nostra produzione, normalmente, è basata su un'abbigliamento maschile e femminile di alto livello sartoriale su misura: lavoriamo anche per i privati ma principalmente per negozianti che vogliono rivendere il loro prodotto".

Queste in breve le caratteristiche dell'azienda, ma in tempo di guerra contro un nemico invisibile converte la produzione: "L'idea delle mascherine è venuta fuori per caso, perché abbiamo visto che c'era l'esigenza e la difficoltà a trovarle sul mercato, e in questo momento abbiamo convertito la nostra produzione su questo, che, tra l'altro era ferma, e ci ha dato la possibilità di non lasciare a casa le persone".

Le mascherine sono in tessuto TNT (tessuto non tessuto), quello che viene usato per realizzare le classiche mascherine monouso, dette in gergo "chirurgiche", poi vengono sterilizzate e imbustate singolarmente.

L'azienda al momento ha fatto richiesta per rifornire anche gli ospedali, ma deve ancora ottenerla. Intanto però il Comune di Castelnuovo Magra, spiega il sindaco Daniele Montebello, ne ha già acquistate qualche centinaio e dovranno essere consegnate a breve.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Avviato il procedimento di VIA, la minoranza lamenta la mancata convocazione delle Commissioni sul tema. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Il Consigliere regionale chiede di non dirottare le risorse. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa