Anche l'Unione degli Studenti La Spezia chiede "la chiusura delle sedi di organizzazioni fasciste" In evidenza

"Non solo nella nostra città, ma in tutta Italia"

Sabato, 06 Giugno 2020 19:15

"Dopo una settimana dai fatti finalmente viene fuori un dettaglio non di poca importanza dei vili che, venerdì scorso durante la notte hanno picchiato in centro città un paio di ragazzi per una "battuta politica". Non ci sorprende che questi soggetti siano riconducibili a Casapound, è da tempo infatti che noi e altre organizzazioni denunciamo la presenza pericolosa in città di questi soggetti e di azioni, gesti e parole di chiaro richiamo al fascismo da parte loro.

C'era da aspettarsi che la situazione raggiungesse un tale livello di saturazione, finché le autorità non fermeranno questi atteggiamenti e i governi non metteranno al bando le organizzazioni fasciste questi soggetti si sentiranno sempre più protetti all'agire attraverso la violenza. Prima del lockdown siamo scesi in piazza per gridare a gran voce che La Spezia è una città antifascista, che certi soggetti, nelle nostre vie e nelle nostre piazze non hanno spazio.

Come studenti e studentesse non possiamo che riconoscere nuovamente la necessità di chiudere le sedi di questi individui non solo nella nostra città, ma in tutta Italia e assicurare ai giovani che non si vergognano di essere antifascisti, di poter girare liberamente senza la paura di essere picchiati e porre finalmente fine, consegnando alla giustizia questi soggetti, alla disseminazione di odio, violenza e razzismo!

Da parte nostra, come studenti e studentesse spezzini/e la massima solidarietà ai ragazzi che hanno subito il pestaggio. Questi eventi non devono e non possono più succedere! La misura è ormai colma è giunto il tempo di avere risposte!"


Unione degli Studenti La Spezia

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Calano le sorveglianze attive nella provincia spezzina. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa