"Serve subito un piano regionale per le vaccinazioni anti-Covid"

Il Tribunale per i diritti del Malato chiede anche una capillare informazione ai cittadini.

Lunedì, 18 Gennaio 2021 14:32

 

La Liguria, al 16.01.2021, è la regione che ha uno dei più bassi tassi di vaccinazione rispetto alle dosi consegnate (64% a fronte di una media nazionale del 70,5%); siamo terz’ultimi dopo Calabria e Basilicata.

Il Tribunale del Malato, preso atto dell’evolversi della vaccinazione nei confronti degli operatori sanitari e dei pazienti in RSA, ha rimarcato – con una nota inviata alla Regione - che la vaccinazione al di fuori delle strutture potrebbe risultare più complessa. Pertanto la richiesta del TdM è quella di conoscere dove verranno effettuate le vaccinazioni, quante unità di personale saranno dedicate e se saranno coinvolti i medici di medicina generale. Oltre naturalmente ai tempi e alle modalità con cui verranno gestite le informazioni alla popolazione.

Le motivazioni di tale richiesta appaiono ben rappresentate da una segnalazione – proprio di oggi - giunta alla nostra sede. Segnalante un cittadino della Spezia, la cui madre 86enne ed affetta da importanti patologie e come tale quindi tra i soggetti cui prioritariamente dovrebbe essere effettuata la vaccinazione.

Ecco la trafila effettuata dal cittadino e le risposte date dalla Regione e da A.Li.Sa..
Nella scorsa settimana, il cittadino ha chiamato la Regione che gli ha passato A.Li.Sa.. Qui, alla domanda di informazioni su come e quando la madre potrebbe essere vaccinata, la risposta è stata “non ci sono linee guida; è necessario rivolgersi al medico di famiglia e in ogni caso è colpa del Ministero”. Il cittadino – tutt’affatto sprovveduto – ha fatto presente che in altre Regioni si stanno già attivando i piani vaccinali per la popolazione e quindi il Ministero non c’entra nulla. Nessuna risposta da A.Li.Sa.
Contattato il proprio medico, come suggerito, costui ha riferito che, non solo non ci sono accordi con la Regione per le vaccinazioni, ma addirittura lui stesso, nonostante i solleciti, ancora non era stato vaccinato.
Altra telefonata – nella stessa odierna mattinata – alla Regione segreteria dell’assessore. Al cittadino viene risposto che non hanno risposte da dare e che comunque non sono autorizzati a riferire alle persone questo tipo di informazioni. Viene suggerito di effettuare una segnalazione scritta.

Ci pare che commenti non servano, mentre serve un Piano immediato per le vaccinazioni e soprattutto una corretta e capillare informazione ai cittadini, anche per evitare eventuali “furbetti delle vaccinazioni”.

Cittadinanzattiva - Tribunale per i diritti del Malato

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Come scegliere la migliore vernice spray

Giovedì, 25 Febbraio 2021 01:00 economia
Prima di proseguire con l'acquisto quindi, è importante prendere in considerazione alcuni dettagli specifici. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Sono stati nominati oggi i 39 sottosegretari del Governo Draghi Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa