Era ricercato da un anno e mezzo, fermato dalla Polizia Stradale In evidenza

Deve scontare oltre 6 anni di carcere per una sfilza di reati.

Venerdì, 22 Gennaio 2021 17:21

 

Verso le ore 22.30 di ieri sera, nel corso di un normale servizio di prevenzione e vigilanza autostradale, una pattuglia della Polizia Stradale di Brugnato procedeva al controllo di un’autovettura sulla A12 nei pressi dell’area di servizio ‘Riviera’, in direzione Genova.

All’interno dell’auto, una Seat Alhambra con targa rumena, vi erano sette cittadini rumeni, tutti residenti nella capitale e tutti con a carico vari pregiudizi e precedenti di polizia.

All’esito di accurati controlli, uno di questi, risultava avere a suo carico un ordine di carcerazione emesso nel giugno 2019 dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Alessandria, per l’espiazione della pena detentiva complessiva di 6 anni, 4 mesi di reclusione per i reati di: guida senza patente, ricettazione, furto, reati contro il patrimonio, resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali, furto con strappo, possesso ingiustificato di grimaldelli, fatti che sono risultati essere stati commessi ad Alessandria ed anche in Liguria, nelle province di Imperia e Savona.

Il cittadino rumeno 44enne veniva quindi tratto in arresto e ristretto presso la Casa Circondariale di Genova - Marassi.

I restanti occupanti dell’autovettura sono stati sanzionati per il mancato rispetto delle normativa prevista dall’attuale emergenza sanitaria, per lo spostamento fuori regione senza un giustificato motivo e per l’inosservanza delle misure di precauzione previste per il trasporto non di linea.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

I ristoratori, tra le categorie più colpite a causa delle restrizioni per l'emergenza da Covid-19, in una cena simbolica in hotel per dimostrare che è possibile cenare in sicurezza. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa