A 19 anni torna nella sua scuola da prof: "Che effetto entrare nella sala docenti" In evidenza

Davide, professore a un anno dalla maturità: "Gli ex compagni mi danno del tu".

Martedì, 26 Gennaio 2021 19:44

Davide Bongiorni ha 19 anni, abita a Massa e da settembre è docente a tutti gli effetti all'Agrario Arzelà, lo stesso istituto superiore di Sarzana dove appena due mesi prima si era diplomato con il massimo dei voti.

Sì, proprio così: dal banco alla cattedra il passo è stato molto breve. Da Guinness, si direbbe, in un mondo, come quello degli insegnanti, che registra un'età media superiore ai 40 anni.

Davide è riuscito a conquistare il suo primo traguardo di vita – per lui la scuola rappresenta forte interesse, inclinazione e passione – diventando un insegnante tecnico pratico (Ipt). Parliamo di un incarico importante negli istituti professionali, dove le ore di laboratorio ricoprono buona parte del progetto formativo, sotto l'aspetto giuridico ed economico equiparato a quello dei colleghi laureati.

Prof Bongiorni, quale sensazione ha provato ad entrare in classe e sedersi in cattedra anziché al banco?

"Una sensazione strana, ma non mi sono fatto prendere dall'emozione e tutto è andato per il meglio. Ho provato un certo effetto ad entrare in sala docenti, dare del tu agli ex prof, superare tante forme di cortesia. Qualche insegnante mi ha chiesto cosa ci facessi da quelle parti. Ora sono contentissimo. Questa scuola è la mia seconda casa, mi ha dato l'opportunità di crescere, formarmi e progettare il futuro".

Come è stato all'inizio l'incontro con i suoi studenti, coetanei e amici?

"Ho subito pensato che non sarebbe stato giusto darsi del lei, quando fino a pochi mesi prima si studiava e scherzava insieme. Chiaramente devo attenermi al comportamento da insegnante con le giuste restrizioni verso gli alunni".

Di cosa si occupa?

"Lavoro al fianco degli insegnanti delle materie professionali sviluppando, sulla base della teoria, le competenze pratiche nel campo agricolo, chimico e biologico".

Ha già pensato a un suo futuro nella scuola?

"Da quando mi sono iscritto all'Agrario Arzelà mi sono sempre più interessato allo studio. Strada facendo ho capito che il mio sogno era quello di diventare insegnante. Dopo aver ottenuto il diploma si è presentata l'opportunità di diventare docente tecnico pratico. Però, contemporaneamente, sto seguendo la facoltà di Scienze agrarie all'Università di Pisa. Vorrei laurearmi e poi prendere l'abilitazione per insegnare materie di indirizzo".

Ci spiega come è possibile conquistare un lavoro, uno stipendio e tanta sicurezza a 19 anni?

Vicepreside Arzelà Andrea Sarti

Prende la parola il prof Andrea Sarti (nella foto sopra), docente di economia agraria, vicepreside del Parentucelli Arzelà, l'istituto superiore di Sarzana, guidato dal dirigente Generoso Cardinale, che comprende tre indirizzi: liceale, tecnico e professionale.

"Davide – afferma – è sempre stato uno studente di eccellenza, sempre a disposizione dei compagni. Si è diplomato con il voto 100 sfiorando la lode. In estate gli avevo consigliato di prendere crediti sostenendo un esame all'università. Gli sarebbero serviti per entrare nella graduatoria provinciale dei cosiddetti Ipt, insegnanti tecnico pratici. Così è stato. Ha ottenuto una supplenza annuale sostituendo una collega in maternità".

Qual è il segreto per prendere 100 alla maturità?

"Il segreto – riprende Davide Bongiorni – è la passione. Ho seguito l'indirizzo che mi piaceva, mi sono applicato in classe con gli insegnanti, ho approfondito a casa le materie di studio".

Viene da Massa, perché ha scelto l'Agrario Arzelà di Sarzana?

"Ho saputo dell'Agrario Arzelà grazie all'open day. Mi sono piaciuti il piano di studio e le materie. Mi dicessero di tornare indietro rifarei senza dubbio la stessa scelta".

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

"Noi siamo favorevoli alla istituzione di una Zona Logistica Semplificata anche alla Spezia, dopo quella varata tempo fa a Genova." Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Il Prefetto Maria Luisa Inversini, nella mattinata odierna, ha nuovamente incontrato le Associazioni di categoria Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa