Massa festeggia il patrono San Francesco con il cardinale Giuseppe Betori In evidenza

La celebrazione in Cattedrale.

Martedì, 02 Ottobre 2018 15:26
Giovedì 4 ottobre, San Francesco D’Assisi, la diocesi di Massa Carrara – Pontremoli festeggia, con particolare solennità, il patrono della città di Massa e dell’intera chiesa apuana.
Alla celebrazione eucaristica, prevista per le 10.30, in Cattedrale sarà presente il cardinale Giuseppe Betori, Arcivescovo di Firenze e presidente dei Vescovi della Toscana. Con lui concelebreranno i vescovi della Toscana, invitati per l’occasione, i sacerdoti e i diaconi della Diocesi.
Il Vescovo Giovanni Santucci ha inoltre esteso l’invito a tutte le autorità civili e militari della Provincia, con i sindaci e gli amministratori locali, nonché le associazioni e rappresentanti delle varie istituzioni religiose. «È un modo concreto – ha dichiarato – per ringraziare il Signore di un così grande patrono che ci ha donato come esempio da seguire e da imitare, imparando da lui a vivere, ciascuno nel proprio ambito, il nostro servizio a Dio e ai fratelli».
Al termine della celebrazione mons. Santucci consegnerà ufficialmente alla Diocesi il «Piano Pastorale 2018-2019» che è il documento programmatico dei temi e delle attività che si svolgeranno nel corso dell’anno.

Mercoledì 3 ottobre è prevista la celebrazione del «Transito»: alle ore 21 i fedeli si ritroveranno nella chiesa dei Cappuccini a Massa e da qui, dopo un momento di preghiera, guidati dal Vescovo, si muoveranno verso la Cattedrale, dove concluderanno il ricordo liturgico della morte del santo di Assisi.

 

Biografia del cardinale GIUSEPPE BETORI

Giuseppe Betori, nato a Foligno (Perugia) il 25 febbraio 1947, ordinato sacerdote della diocesi di Foligno il 26 settembre 1970, dal 26 ottobre 2008 è arcivescovo di Firenze.
Ha studiato alla Pontificia Università Gregoriana e al Pontificio Istituto Biblico, dove ha conseguito il dottorato in Sacra Scrittura con una tesi poi pubblicata con il titolo Perseguitati a causa del Nome. Strutture dei racconti di persecuzione in Atti 1,12-8,4 (Biblical Institute Press, Roma 1981).
Autore di numerosi saggi sull'opera lucana, ora raccolti nel volume Affidàti alla Parola. Ricerche sull'Opera di Luca (EDB, Bologna 2003) e su temi di ermeneutica biblica e di catechetica, è stato docente di introduzione alla Sacra Scrittura e di esegesi del Nuovo Testamento presso l'Istituto Teologico di Assisi. Tra le pubblicazioni di carattere pastorale si segnalano: La Parola nel tempo della missione. Bibbia, cultura, comunicazione(San Paolo, Cinisello Balsamo [Milano] 2007); Annunciare la Parola. La lezione degli inizi (EDB, Bologna 2010); Nel silenzio la Parola. Lettera pastorale (Mandragora, Firenze 2011); Parole e segni per dire la fede nel tempo, Prefazione di Gianfranco Ravasi (Le Lettere, Firenze 2011).
Già direttore dell'Ufficio catechistico nazionale e poi sottosegretario della Conferenza episcopale italiana, ha curato la pubblicazione di vari volumi del catechismo della Chiesa italiana, l'organizzazione del Convegno ecclesiale di Palermo (1995) e di quello di Verona (2006), l'avvio e lo sviluppo del "progetto culturale", la preparazione della XV Giornata mondiale della gioventù (2000).
Il 5 aprile 2001 è stato nominato dal Papa Giovanni Paolo II segretario generale della Conferenza episcopale italiana e vescovo titolare di Falerone, ricevendo l'ordinazione episcopale a Foligno dalle mani del Card. Camillo Ruini il 6 maggio 2001.
Il 6 aprile 2006 il Papa Benedetto XVI lo ha confermato segretario generale della Conferenza episcopale italiana per un ulteriore quinquennio.
Nominato arcivescovo di Firenze l'8 settembre 2008, ha concluso il mandato di segretario generale della C.E.I. il 25 settembre 2008 e ha fatto il suo ingresso nell'arcidiocesi fiorentina il 26 ottobre 2008.
Il 10 febbraio 2009 è stato eletto dai vescovi toscani presidente della Conferenza episcopale toscana. È Moderatore del Tribunale Ecclesiastico Regionale Etrusco.
Nel Concistoro Ordinario Pubblico del 18 febbraio 2012 il Papa Benedetto XVI lo ha creato Cardinale di Santa Romana Chiesa del titolo di San Marcello. È membro della Congregazione per l'Educazione Cattolica e del Pontificio Consiglio della Cultura.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Coronavirus, ASL liguri in fase 4

Lunedì, 26 Ottobre 2020 21:39 comunicati-sanità
Aumentano i posti letto a media e bassa intensità di cura. Previste assunzioni di infermieri e medici. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
La chiamata d'aiuto dell'associazione spezzina, raccontata dai giovani associati. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa