Lo Stabulatore di Santa Teresa apre le porte per le "Giornate del Fai" In evidenza

di Doris Fresco- Tornano le Giornate del Fai: siti storici e culturali aprono le porte per svelare segreti unici. Riflettori puntati sullo Stabulatore, dove si incontrano storia, cultura, ambiente, economia e tradizione.

Mercoledì, 07 Ottobre 2020 16:30

Sono state presentate questa mattina, 7 ottobre, in conferenza stampa, 'Le Giornate Fai d'Autunno' pensate per il territorio spezzino. Torna infatti, anche quest'anno, l'appuntamento pensato dal Fondo Italiano per l'Ambiente che apre le porte di siti storici, culturali e ambientali per svelare i segreti e le bellezze di luoghi unici. Quest'anno le Giornate si svolgeranno in due fine settimana, il 17 e 18 ed il 24 e 25 ottobre: centinaia i siti scelti in tutta Italia, tutti pensati per offrire ai visitatori esperienze significative nel pieno rispetto delle normative anti-covid per garantire la sicurezza.

La delegazione spezzina del Fai ha scelto, quest'anno, di puntare i riflettori su una grande eccellenza del nostro territorio, luogo unico dove tradizione, economia, storia e cultura si incontrano: lo Stabulatore di Santa Teresa.

Le visite per le Giornate Fai d'Autunno spezzine, dal titolo 'Lo Stabulatore di Santa Teresa e la mitilicoltura spezzina', si svolgeranno sabato 17 e domenica 18 ottobre (in caso di maltempo l'evento verrà posticipato al fine settimana successivo) su prenotazione: "Per l'occasione la Cooperativa Mitilicotori Spezzini apre le sue porte al FAI per mostrare una delle eccellenze culturali e gastronomiche del territorio, ovvero i 'muscoli', allevati nel Golfo della Spezia, nel tratto di mare compreso tra le Cinque Terre e il Parco del Magra, al largo di Portovenere e nella baia dell’isola Palmaria", ha piegato Marinella Curre Caporuscio, della delegazione Fai La Spezia.

"Fai è presente da tanti anni nel territorio spezzino e ha sempre investito molto sulle Giornate sia d’Autunno che di Primavera, per far scoprire le bellezze del territorio che spesso non conosciamo.
La punta di Santa Teresa è un sito di grande interesse anche ambientale con le coste e un braccio di mare molto particolare dove vivono i mitili in maniera eccellente. Partiamo quindi dal territorio per poi allargare lo sguardo su una grande eccellenza del nostro territorio".

"Abbiamo scelto di puntare i riflettori su un tratto particole della costa: parlare di muscoli è parlare di storia, di cultura, di territorio e di ambiente; significa parlare di lavoro, economia e tradizione. Questa visita intende far conoscere uno stabilimento privato, quindi di solito chiuso al pubblico, eccellenza del territorio ed esempio di ‘Risorgimento del territorio’, quindi ne scopriremo la storia e tutto il percorso dei prodotti ‘dal mare alla tavola’. Al Fai nazionale la cosa è piaciuta molto e infatti è entrata nei siti consigliati, una proposta accolta come esempio di connubio tra gastronomia, storia, ambiente e scienza", ha concluso Caporuscio.

Presente alla conferenza stampa di questa mattina anche il vice sindaco di Lerici, Marco Russo, che ha spiegato: "Lo Stabulatore Santa Teresa, scelto per le Giornate Fai, è una eccellenza riconosciuta ovunque e testimonianza di un'attività che emoziona sempre chiunque si trovi a conoscere questa realtà. Fiore all’occhiello dell’attività marinara: come amministrazione abbiamo sempre supportato l’attività perché crediamo che sia importante non solo per l’aspetto economico, ma anche come testimonianza culturale. Lerici ha quindi accolto la proposta di far visitare lo Stabulatore supportando con gioia l’iniziativa".

Federico Pinza, amministratore della Cooperativa Mitilicoltori della Spezia, ha commentato così l'iniziativa: "Siamo onorati di prendere parte a questa iniziativa e ospitare una Giornata Fai. La mitilicoltura fa parte a pieno della storia e della cultura del territorio quindi è una cosa particolare, ma giusta essere inseriti in questo contesto, affiancando Ville storiche o siti di pregio. Abbiamo deciso di mettere a disposizione i nostri lavoratori per spiegare il lavoro concreto, sicuramente non saranno divulgatori come le guide museali, ma metteranno a disposizione tutta la loro esperienza maturata sul campo".

APERTURA A CURA DI
Delegazione FAI e Gruppo FAI Giovani La Spezia

ORARIO
Sabato: 11:00 - 18:00
Note: ultimo ingresso ore 17.30

Domenica: 10:00 - 18:00
Note: ultimo ingresso ore 17.30

NOTE PER LA VISITA
Gruppi da 20 con partenze scaglionate ogni 15 minuti. In caso di allerta meteo le visite saranno spostate al week end successivo, 24-25 Ottobre.

Occorre prenotare la visita sul sito; per chi non ha la possibilità di andare sul computer può prenotare ai numeri di telefono della segreteria della Delegazione della Spezia o al FAI centrale allo 02467615399 Da lunedì a venerdì dalle 9 alle 18 (dal 6 al 10 ottobre) Dal lunedì alla domenica dalle 9 alle 18 (dal 12 al 25 ottobre)

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

di Elena Voltolini - Pronunciamento favorevole alla Legge regionale, ma sulle assunzioni resta il vincolo dell'evidenza pubblica. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
di Alessio Boi – Dal 29 luglio al 1 agosto in piazza Matteotti si terranno in contemporanea "I libri per strada" con la "Fiera del Disco e del Vintage": un… Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa