Il 13 novembre il primo appuntamento con I Concerti al Museo Diocesano In evidenza

Dopo il successo delle prime due rassegne musicali realizzate nell'inverno scorso, la Società dei Concerti propone sette nuovi appuntamenti, nella bellissima cornice del Museo Diocesano in via Prione. I Pomeriggi in Musica avranno inizio questa Domenica, 13 novembre, alle ore 17, con un concerto dal titolo Tutto Mozart, Quartetti e Quintetti per fiati e archi.

Giovedì, 10 Novembre 2016 23:09

Ad esibirsi un ensemble composto interamente da giovani musicisti spezzini: Rita Maggiani al flauto, Elia Venturini al corno, Veronica Nosei al clarinetto, Michela Puca e Alessia Di Palma al violino, Ignazio Alayza e Martina Calvano alla viola, Francesco Genovesi al violoncello. Il programma prevede l'esecuzione di tre capolavori di Wolgang Amadeus Mozart: il Quartetto per flauto, violino, viola e violoncello K 285, il Quintetto per corno, violino, due viole e violoncello K 407, ed il celebre Quintetto per clarinetto e quartetto d'archi K 581.

 

La rassegna proseguirà con il concerto di sabato 19 novembre che verrà realizzato, sempre con inizio alle 17.00, presso il Museo CAMeC alla Spezia, e vedrà protagonisti l'ExclusIVe Saxophone and Piano Quintet, con Giuseppe Bruno al pianoforte, Valentina Renesto al sax soprano, Olga Costa al sax alto, Francesca Simonelli al sax tenore, e Stefano Angeloni al sax baritono; verranno eseguite musiche di W. A. Mozart, G. Gershwin, Scarcella Perino, con un brano in prima esecuzione del giovane compositore cremonese Federico Mantovani.

Il concerto di domenica 27 novembre, di nuovo al Museo Diocesano, vedrà impegnate due giovani soprano del Conservatorio Puccini, accompagnate dal prestigioso Quintetto d'archi del Teatro Carlo Felice di Genova, Archi all'Opera; Claudia Muntean e Seo Eon Ju si cimenteranno in un programma di arie d'opera, dal titolo Cantando con il Maestro. Sabato 3 dicembre sarà la volta delle Sonate per Viola di J.S.Bach, con Ignazio Alayza, Cosimo Lippi e Martina Calvano alla viola, Marco Montanelli cembalo.

Domenica 11 dicembre il bravissimo pianista genovese Guido Bottaro si cimenterà in un Recital pianistico con la bellissima Sonata di Schubert, e composizioni di A. Skrjabin e F. Mantovani. Venerdì 16 dicembre saràa la volta dei bellissimi Sestetti per archi di Johannes Brahms, eseguiti da un ensemble di docenti ed allievi del Conservatorio N.Paganini di Genova: Valerio Giannarelli e Asmik Avakian al violino, Luciano Cavalli e Ruben Franceschi alla viola, Paolo Ognissanti e Rachele Nucci al violoncello. Il ciclo si concluderà il 23 dicembre con il concerto del Quartetto Stili Diversi, Quando la Musica è donna, che non ha potuto essere eseguito come previsto il 6 novembre scorso.

Il costo del biglietto è di € 7,00, ridotto € 5,00 per i soci della Società dei Concerti e gli allievi del Conservatorio; abbonamento a 7 concerti € 30,00.

Rita Maggiani nasce alla Spezia nel 1996. Ha iniziato gli studi musicali alla scuola media Silvio Pellico della Spezia, per i primi due anni. In seguito è stata ammessa al Conservatorio G. Puccini della Spezia dove si è diplomata in flauto traverso con il M° Pappalettere; nel luglio 2016 ha conseguito il diploma accademico di secondo livello ad indirizzo interpretativo ed esecutivo con il massimo dei voti e lode . Ha frequentato delle masterclass con il M° Caroli, il M° Marasco e M° Taballione. Ha inoltre vinto il diploma di primo premio della sua categoria alla ventunesima edizione del concorso Riviera della Versilia. Ha partecipato a numerose rappresentazioni con l'orchestra del Conservatorio, a concerti in formazioni cameristiche e per due volte come solista con orchestra, con i concerti di Mozart (K 313) e di Hoffman. Il 28 marzo 2015 ha partecipato al "Suonando con il Maestro project", eseguendo in collaborazione con i Maestri Sommati e de Masi dell'orchestra del Carlo Felice di Genova il quartetto in re maggiore di Mozart per flauto e archi.

Elia Venturini, nato alla Spezia nel 1991, intraprende gli studi dello strumento all'età di tredici anni presso il Conservatorio G. Puccini della Spezia e nel 2011 consegue a pieni voti il diploma di corno sotto la guida del M° Danilo Marchello, per poi perfezionarsi con lo stesso maestro e Radovan Vlatković.
Già vincitore di numerose borse di studio, nel 2010 si classifica al secondo posto, con primo non assegnato, al Concorso di musica da Camera "Città di Riccione" con un quartetto di fiati e nello stesso anno ha collaborato con l'Accademia di S. Cecilia ad un progetto di opera-studio ricoprendo il ruolo di primo corno in Così fan tutte di W. A. Mozart.
Ha collaborato con diverse orchestre in produzioni sia in Italia che all'estero come ad esempio: l'Orchestra del Teatro Regio di Parma, l'Orchestra del Festival Pucciniano di Torre del Lago, l'Orchestra Sinfonica di Chiavari, l'Orchestra C. A. Mussinelli, l'Orchestra dell'Opera Italiana, La Festivo Chamber Orchestra di Aschau (Germania) e collabora stabilmente con l'Orchestra del Tigullio, dove ha potuto approfondire il repertorio sinfonico e cameristico del suo strumento.
Nel marzo 2015 esordisce come solista presso il Teatro Civico della Spezia con l'Orchestra Sperimentale "I Liutai dei Caruggi" sotto la direzione del M° Andrea Barizza riscuotendo successo con il Concerto per corno e orchestra K 447 di Mozart e, parallelamente agli studi classici, approfondisce anche il repertorio jazzistico esibendosi periodicamente con i gruppi LSJC e LSJO. Dal 2015 frequenta il Biennio Sperimentale presso il Conservatorio G. Puccini della Spezia dove nel Maggio 2016 vince una Borsa di Studio per una collaborazione con il Conservatorio di San Pietroburgo.

Veronica Nosei, nata a Sarzana nel 1994, ha iniziato a studiare clarinetto all'età di 9 anni e nel 2005 è entrata nel Conservatorio di musica G. Puccini della Spezia nella classe del M° Agostino Damele, presso cui si è diplomata a pieni voti nel 2014 e laureata nell'ottobre 2016, sempre a pieni voti. Ha partecipato a masterclass tenute dai maestri R. Parisi, P. E. Angeli, A. Carbonare, L. Lucchetta, R. Morales, J. Widmann e E. M. Baroni.
È attiva in varie formazioni cameristiche, come il duo con il pianista Matteo Bogazzi e ensemble vari, che comprendono collaborazioni ed esibizioni al Teatro Carlo Felice di Genova, e un settimino con cui si è esibita in concerti e rassegne fra Liguria e Toscana, ottenedo premi e riconoscimenti. Ha collaborato con l'Orchestra da Camera della Spezia e, nel 2015, con l'Accademia Gheorghe Dima di Cluj-Napoca (Romania), dove ha eseguito il Requiem di Mozart sotto la direzione di Federico Bardazzi. Fa parte del La Spezia Clarinet Choir, dell'ensemble di Musica Contemporanea e dell'Orchestra del Conservatorio, con la quale ha eseguito nel giugno 2015 da solista il Concerto per clarinetto di Mozart, diretta dal M° G. Di Stefano. Nel dicembre 2015 ha eseguito, per la stagione invernale della Società dei Concerti della Spezia il Quintetto op. 16 di Beethoven per pianoforte e fiati con i maestri Vincenzi e Rossero e l'Ottetto D803 di Schubert con i maestri Giannarelli e Tedone.

Michela Puca, nata alla Spezia nel 1998, ha iniziato lo studio del violino a sei anni con Erica Mazzacua. Attualmente frequenta il Triennio accademico presso il Conservatorio Giacomo Puccini della Spezia sotto la guida del Maestro Ruggero Marchesi. Ha partecipato a masterclass tenute da Sergio Lamberto, Enrico Gatti, Diana Seitz e Alexey Vasilyev e nel 2014 si è esibita come solista con l'orchestra del Conservatorio G. Puccini diretta dal maestro Jan Miłosz Zarzycki. Ha vinto la borsa di studio Sara Gennari e il concorso Riviera della Versilia nella sezione di musica da camera, in trio con Matteo Bogazzi (pianoforte) e Veronica Nosei (clarinetto). È attiva in altre formazioni cameristiche tra cui il settimino, con il quale ha vinto un premio speciale al Music Festa Florence nel 2015 eseguendo il Settimino di Beethoven, e l'ottetto, con cui si è esibita e si esibisce attualmente, proponendo l'Ottetto di Schubert. Ha eseguito il concerto di Mendelssohn in mi minore per violino e orchestra al Teatro Civico, accompagnata dall'orchestra del Conservatorio, diretta dal Maestro Giovanni Di Stefano. È attualmente inserita nella ESE Chamber Orchestra, diretta dal Maestro Giuseppe Bruno e nell'Ensemble d'Archi della Spezia.

Alessia Di Palma nata a Massa nel 1996, intraprende gli studi del violino all'età di 5 anni sotto la guida di Carla Mordan e nel 2009 entra nel Conservatorio di Musica Giacomo Puccini della Spezia nella classe della Prof.ssa Monica Socci con cui attualmente continua gli studi; ha seguito diverse masterclass con numerevoli maestri tra cui Cristiano Rossi, Salvatore Quaranta, Giulio Plotino e Cecilia Bacci. È stata premiata in diversi concorsi nazionali ed interni al conservatorio, ha collaborato e collabora tutt'ora con diverse orchestre come l'Orchestra Regionale Toscana e l'Orchestra Sinfonica di Chiavari. Nel 2015 vince l'audizione per far parte dell'Orchestra Giovanile Italiana di Fiesole, avendo l'oppurunità di partecipare a produzioni con grandi maestri come G. Pretto, J. Axelrod, J. Tate, A. Lucchesini e altri. Attualmente frequenta l'ultimo anno al Conservatorio G.Puccini della Spezia.

Ignazio Alayza è nato nel 1994. Si diploma in viola con il massimo dei voti e la lode nel 2014 presso il Conservatorio G. Puccini della Spezia con il M° Fabrizio Merlini, sotto la cui guida si sta attualmente perfezionando. Ha seguito numerosi corsi e masterclass di viola e musica da camera in Italia e all'estero con importanti maestri come Maxim Rysanov (Aurora Festival di Trollhättan, Svezia), Ivan Rabaglia (Trio di Parma), Gulnara Naziullina (Accademia Ismagilov di Ufa, Fed. Russa), Pierpaolo Maurizzi (Überbrettl Ensemble), Julia Dinerstein e Mikhail Zemtsov (Francigena International Arts Festival di Altopascio), ed è stato premiato in concorsi nazionali e interni al Conservartorio. Collabora con formazioni orchestrali come l'Orchestra Sinfonica di Sanremo o l'Orchestra Filarmonica Pucciniana e ha avuto modo di collaborare con direttori del panorama italiano ed europeo. È attivo nel campo della musica da camera, soprattutto in duo con il pianoforte (forma il Duo Glinka con la pianista Gledis Gjuzi nel 2010) e con formazioni come il trio e il quartetto d'archi ma anche gruppi meno comuni, come il trio flauto, viola e arpa. Al costante perfezionamento e all'attività concertistica affianca l'insegnamento fin dall'ultimo anno di scuola superiore.

Martina Calvano, nata il 12 maggio 1994, nel 2016 si diploma in viola con il M° Merlini al Conservatorio Puccini della Spezia. Dopo lo studio del violino, iniziato all'età di 6 anni, passa a viola nel 2009. Partecipa a masterclass di docenti di provenienza internazionale come Barış K. Bahar (Mersin Üniversitesi, Turchia), Kate Hamilton (Illinois State University, Stati Uniti), Alexey Vasilyev (Docente del Conservatorio di S. Pietroburgo, Russia) e, in passato, ha effettuato uno scambio con l'Accademia Sibelius di Helsinki (Finlandia) e con il Conservatorio Frescobaldi di Ferrara. Si esibisce regolarmente con orchestre giovanili e non tra la Liguria e la Toscana, con vari repertori; in quartetto nell'area ligure e toscana, nel marzo 2015 ha partecipato con la formazione di Settimino al I Music Festa Florence, vincendo il primo premio, e alla Rassegna annuale di Musica da Camera Pietro Nardini presso l'Istituto Mascagni di Livorno; nel dicembre 2015, ha eseguito l'Ottetto D803 di Schubert con i Maestri Giannarelli e Tedone. Nel corso del 2016 ha collaborato con diverse orchestre e ha partecipato al Laboratorio orchestrale tenuto dal M° Mihail Agafiţa a Lucca, dove si è anche esibita con l'orchestra dell'Istituto Musicale L. Boccherini di Lucca sotto la guida del M° Dario Marianelli (vincitore nel 2008 dell'Oscar per la migliore colonna sonora del film Espiazione).

Francesco Genovesi comincia lo studio del violoncello all'età di 10 anni con M. Evangelista presso la scuola di musica Sarabanda di Cecina, frequenta masterclass di violoncello con A. Gabbiani, G. Geminiani e A. Vasilyev e attualmente studia presso il Conservatorio della Spezia con C. Benvenuti. Si esibisce in varie formazioni cameristiche presso il Conservatorio e in teatri toscani e liguri. Nel 2016 si è esibito per la Società dei Concerti della Spezia nell'Ottetto di F. Schubert con Valerio Giannarelli e Luigi Tedone e, l'estate successiva, partecipa alla XV edizione del Festival Paganiniano di Carro. Nel 2013 costituisce insieme ai fratelli Benucci (flauto e pianoforte) Vagos Trio, che propongono un programma che va dal repertorio classico al tango e alle colonne sonore, curandone le trascrizioni. Attualmente ricopre il ruolo di primo violoncello dell'orchestra del Conservatorio diretta da G. Di Stefano; dal 2012 al 2014 ha fatto parte dell'orchestra dell'Università di Pisa, presso la quale si è anche laureato in Economia e Commercio, e dal 2012 al 2015 dell'orchestra da camera Suoni di un'Isola di Portoferraio (Isola d'Elba). Dal 2015 fa parte della ESE Chamber Orchestra, diretta da P. Valerio e G. Bruno e collabora anche con le orchestre C. A. Mussinelli e Don Bevilacqua e l'ensemble Etruria Barocca. Nel 2016 si esibisce in quartetto in occasione della rassegna I Pomeriggi musicali di Firenze. Insegna violoncello presso la scuola di musica di Cecina.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Società dei Concerti onlus della Spezia

Appuntamento a Brugnato, nel Chiostro del Museo Diocesano. Leggi tutto
Società dei Concerti onlus della Spezia
Sabato 23 gennaio il duo Weltathem in un concerto per piano e violino. Leggi tutto
Società dei Concerti onlus della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa